Grosso tirolino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Merano
Groschen.tirol.wmt.jpg
ME IN AR DVS doppia croce + COMES TIROL aquila
AR ca. 1280.

Il grosso tirolino era una moneta in argento coniata dalla fine del secolo XIII nella zecca di Merano, allora capitale del Tirolo.

Le monete coniate a Merano godevano di buona fama, essendo il loro titolo particolarmente stabile per cui la quantità d'argento in esse contenuta variava molto poco da moneta a moneta. Il tirolino, allo stesso modo dell'aquilino, che nella monetazione tirolese lo aveva preceduto, equivaleva a 20 “piccoli” bernesi (= veronesi).

Per le due croci raffigurate sul verso venne anche chiamato Kreuzer (dal tedesco Kreuz, croce). Fu una moneta che ebbe grande diffusione e venne imitata in molte città, soprattutto in Italia del Nord.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]