Green Belt Movement

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Green Belt Movement è un'organizzazione non governativa creata dalla biologa e attivista keniota Wangari Maathai nel 1977 e formata da donne provenienti da aree rurali.

Le donne coinvolte vennero incoraggiate dalla stessa biologa a piantare alberi di origine indigene, alberi da frutto e piccoli arbusti. A partire dalla fondazione, l'organizzazione ha piantato e favorito la crescita di più di 45 milioni di alberi.[1]

Il movimento è stato d'ispirazione al movimento Plant for the Planet.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tree-Planting Program su greenbeltmovement.org.
  2. ^ Stop Talking Start Planting, su radiuk.blogspot.it. URL consultato il 20 giugno 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN132623771 · LCCN: (ENn87932671 · GND: (DE7615390-3