Giuseppe Zola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe Zola (Brescia, 5 marzo 1672Ferrara, 1743) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si forma a Brescia nella bottega di Giuseppe Tortelli, ma la sua carriera artistica, da collocare nel cuore dell'arte barocca, si sviluppa soprattutto a Ferrara, dove giunge all'inizio del Settecento entrando a far parte della scuola ferrarese[1]. Realizza principalmente paesaggi, prima classicheggianti e diligenti, poi più abbozzati, a vaste macchie d'insieme, spesso aiutato dalla figlia e da vari collaboratori[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le opere del pittore, non essendo di carattere sacro e pertanto non destinate ad ambienti chiesastici, si trovano oggi sparse in numerosi salotti e le collezioni private, in particolare a Ferrara, dove l'artista visse per tutta la vita[1]. La sola Cassa di Risparmio di Ferrara possiede più di venticinque sue opere, fra le più prestigiose e rappresentative della produzione artistica di Zola[1]. Paesaggi accostabili al suo stile si trovano nella Sala dei Paesaggi del Castello Estense ferrarese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Federico Nicoli Cristiani, Della Vita delle pitture di Lattanzio Gambara; Memorie Storiche aggiuntevi brevi notizie intorno a' più celebri ed eccelenti pittori Bresciani, Spinelli e Valgiti, Brescia 1807
  • Berenice Giovannucci Vigi (a cura di), Giuseppe Zola (1672-1743): natura e paesi nei dipinti della Cassa di risparmio di Ferrara (Catalogo dela Mostra tenuta a Ferrara nel 2001), Firenze, Nardini, 2001, ISBN 8840411658.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN30440674 · ISNI (EN0000 0000 6681 5115 · LCCN (ENnr2001050154 · GND (DE123273153 · ULAN (EN500029081 · CERL cnp00574591