Giacomo da Cerqueto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Beato Giacomo da Cerqueto

Presbitero

 
NascitaCerqueto, 1285
MortePerugia, 17 aprile 1366
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione1895 da papa Leone XIII

Giacomo da Cerqueto (Cerqueto, 1285Perugia, 17 aprile 1366) è stato un presbitero italiano agostiniano, il suo culto come beato è stato confermato da papa Leone XIII nel 1895.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Cerqueto, abbracciò la vita religiosa nell'ordine agostiniano tra i frati del convento di Perugia.[1]

Secondo una leggenda agiografica, tracciando un segno di croce riuscì a far tacere delle rane che, gracidando in uno stagno vicino al convento, disturbavano la celebrazione della messa.[1]

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

Papa Leone XIII, con decreto del 10 giugno 1895, ne confermò il culto con il titolo di beato.[2]

Il suo corpo, già venerato in Sant'Agostino a Perugia, fu traslato a Cerqueto il 21 aprile 1956.[1]

Il suo elogio si legge nel martirologio romano al 17 aprile.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Agostino M. Giacomini, BSS, vol. VI (1965), col. 352.
  2. ^ Index ac status causarum (1999), p. 436.
  3. ^ Martirologio romano (2004), p. 334.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il martirologio romano. Riformato a norma dei decreti del Concilio ecumenico Vaticano II e promulgato da papa Giovanni Paolo II, LEV, Città del Vaticano 2004.
  • Congregatio de Causis Sanctorum, Index ac status causarum, Città del Vaticano 1999.
  • Filippo Caraffa e Giuseppe Morelli (curr.), Bibliotheca Sanctorum (BSS), 12 voll., Istituto Giovanni XXIII nella Pontificia Università Lateranense, Roma 1961-1969.