Geografia matematica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La geografia matematica è una branca della geografia che si occupa di rappresentare e misurare la Terra e di studiarne il movimento in relazione agli altri corpi del sistema solare. Si suddivide in:

  • Cartografia, cioè lo studio delle mappe
  • Geografia astronomica, che studia il movimento della Terra in relazione agli altri corpi del sistema solare.
  • Topografia, che studia gli strumenti ed i metodi operativi, sia di calcolo sia di disegno, che sono necessari per ottenere una rappresentazione grafica, più o meno particolareggiata, di una parte della superficie terrestre.
  • Geostatistica si occupa di valutare l'autocorrelazione spaziale dei dati, cercando di verificare se osservazioni effettuate in punti vicini presentano effettivamente una maggiore correlazione rispetto ad osservazioni poste in punti distanti.
  • Geomatica, si tratta dell'approccio sistemico integrato per selezionare gli strumenti e le tecniche appropriate per acquisire (in modo metrico e tematico), integrare, trattare, analizzare, archiviare e distribuire dati spaziali georiferiti con continuità in formato digitale.
  • Geodesia, è quella scienza matematica, che si occupa dello studio geometrico-rappresentativo per l'analisi e la misura del pianeta terra, ne studia la forma, il campo gravitazionale ed i fenomeni geodinamici.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]