Gastroclisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La gastroclisi è una tecnica di nutrizione artificiale con la quale si introducono sostanze nutritive direttamente nello stomaco, grazie all'impiego di un particolare dispositivo medico, una sonda gastrica.

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

La sonda gastrica può essere introdotta attraverso la bocca (sonda oro-gastrica) oppure nel naso (sonda nasogastrica). In particolari casi è possibile procedere ad un'apertura per via chirurgica della parete dell'addome. Quest'ultima tecnica è ormai stata soppiantata dalla gastrostomia endoscopica percutanea.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine ha origini greche e racchiude il termine gaster che significa stomaco e klisis ovvero lavanda.

Usi clinici[modifica | modifica wikitesto]

Alcune patologie possono rendere impossibile il normale processo fisiologico della deglutizione, ostacolando il transito del bolo alimentare. Fra queste sono degne di menzione:

  • Demenza
  • Masse tumorali presenti nell'esofago e nel torace.
  • Disfagia su base neurologica

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grande Dizionario Enciclopedico Medico De Agostini, 2004
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina