Gaio Livio Druso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Gaio Livio Druso
Console della Repubblica romana
Nome originaleGaius Livius Drusus
GensLivia
Consolato147 a.C.

Gaio Livio Druso[1] (in latino Gaius Livius Drusus; ... – ...; fl. II secolo a.C.) è stato un politico romano, console nel 147 a.C..

Le sue origini non sono certe, ma come si può dedurre dal suo nome completo, probabilmente apparteneva alla gens Aemilia e venne adottato da un certo Marco Livio Druso. Un'altra ipotesi, invece, suggerisce che il nonno, sempre Marco Livio Druso, possa avere avuto due figli, entrambi di nome Marco, da due mogli differenti, la seconda delle quali aveva nome Emilia, per cui il figlio, padre di Gaio, avrebbe aggiunto la denominazione di Aemilianus.

Gaio Livio Druso fu eletto console nel 147 a.C. con Publio Cornelio Scipione Emiliano.

  1. ^ (LA) William Smith, Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, 1, Boston: Little, Brown and Company, Vol.1 pag.1077 n.3, su ancientlibrary.com. URL consultato il 17 marzo 2022 (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2013).

Predecessore Fasti consulares Successore
Spurio Postumio Albino Magno
e
Lucio Calpurnio Pisone Cesonino
(147 a.C.)
con Publio Cornelio Scipione Emiliano I
Gneo Cornelio Lentulo
e
Lucio Mummio Acaico