Gaio Claudio Glabro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gaio Claudio Glabro (in latino Gaius Claudius Glaber; floruit 73 a.C.; ... – ...) è stato un politico e militare romano.

Fu pretore nel 73 a.C., e fu inviato a contrastare gli schiavi ribelli guidati da Spartaco. Nel corso dello stesso anno, fu da essi pesantemente sconfitto presso il Vesuvio nell'omonima battaglia, nella quale caddero ben 3000 soldati romani[1].

Non si hanno notizie successive su Glabro, per cui non è noto se morì nel corso della battaglia o in seguito.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Broughton, p. 109.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
Fonti secondarie
  • (EN) Bradley, Keith. Slavery and Rebellion in the Roman World. Bloomington: Indiana University Press, 1989, pp. 93-94. ISBN 0253312590
  • (EN) Broughton, T. Robert S. Magistrates of the Roman Republic. Vol. 2. Cleveland: Case Western University Press, 1968, pp. 109 e 115.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie