gPHPEdit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
gPHPEdit
Logo
Sviluppatore Andy Jeffries, Anoop John
Ultima versione 0.9.98
Sistema operativo Multipiattaforma
Genere Editor di testo
Integrated development environment
Licenza GPL
(Licenza libera)
Lingua English, Italiano
Sito web http://www.gphpedit.org/

gPHPedit è un piccolo editor di testo compatibile con UTF-8 per l'ambiente desktop GNOME, costruito sul framework Scintilla. È stato originariamente scritto da Andy Jeffries, ed è attualmente mantenuto da Anoop John. È simile a gedit con la differenza che è stato progettato per l'edit di PHP e HTML. La versione attuale è 0.9.98. Si tratta di software libero rilasciato sotto i termini della licenza GNU General Public License (GPL).

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Evidenziazione della sintassi[modifica | modifica sorgente]

gPHPEdit riconosce le sintassi dei seguenti linguaggi e ne evidenzia i costrutti:

  • PHP: riconosce tutte le funzioni PHP fino alla versione 4.3.0.
  • CSS
  • SQL (beta)

Assistenza alla programmazione[modifica | modifica sorgente]

Lista a tendina delle funzioni[modifica | modifica sorgente]

Quando inizi a digitare i primi caratteri di una funzione PHP, gPHPEdit mostra una tendina con la lista di tutte le funzioni corrispondenti.

Popup con elenco parametri funzioni[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver digitato il nome di una funzione PHP e la parentesi di apertura "(" si aprirà una finestra popup che ricorda, ordinatamente, i parametri da inserire.

Visualizzatore classi/funzioni[modifica | modifica sorgente]

Se il file aperto è nella stessa posizione di altri file PHP, gPHPEdit li esaminerà e visualizzerà un elenco di tutte le funzioni e delle classi dichiarate negli altri file PHP. Questa funzione può essere attivata o disattivata dall'utente.

Controllo lint[modifica | modifica sorgente]

Se il binario da linea di comando è installato, gPHPEdit lo userà per eseguire un controllo lint sul codice. Se lint trova un problema, la linea corrispondente risulterà sottolineata con una linea rossa ondulata (come quella del controllo ortografico di Microsoft Word).

Guida integrata[modifica | modifica sorgente]

Sensibilità al contesto[modifica | modifica sorgente]

Selezionando la funzione PHP che si vuole esaminare e premendo F1, si aprirà la documentazione in un nuovo tab dentro gPHPEdit (purché la documentazione e il componente gtkhtml2 siano installati).

Avvio veloce[modifica | modifica sorgente]

Siccome la documentazione è parte integrante di gPHPEdit, le pagine di aiuto si caricano quasi immediatamente dopo la pressione del tasto F1.[1]

Porting / testing[modifica | modifica sorgente]

La versione 0.9.91 è nel repository "stable" di Debian grazie a Lior Kaplan.[2]

gPHPEdit è disponibile come binario stabile di Gentoo.[3]

Esiste anche una versione per FreeBSD sebbene essa non sia supportata ufficialmente da gPHPEdit.org.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Features/Screenshots - gPHPEdit - PHP/HTML/CSS Development Environment for GNOME, Andy Jeffries. URL consultato il 2007-09-14.
  2. ^ (EN) Debian Webmaster, webmaster@debian.org, Debian - Details of package gphpedit in squeeze, Packages.debian.org. URL consultato il 2010-11-10.
  3. ^ (EN) gPHPEdit - PHP/HTML/CSS Development Environment for GNOME, Andy Jeffries. URL consultato il 2007-09-14.
  4. ^ (EN) FreshPorts -- editors/gphpedit, DVL software Ltd. URL consultato il 2007-09-14.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]