Focalizzazione (narratologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La focalizzazione è, nell'analisi di un testo narrativo, un termine coniato dal critico e teorico della letteratura francese Gérard Genette ed è il punto di vista sotto il quale vengono presentati i fatti, dal momento che, a seconda di come vengono descritti (verso l'alto, il basso, destra, sinistra, con gli occhi di una bambino o di un adulto) il contesto cambia.

La focalizzazione è quindi l'angolo visuale, il punto di vista che il narratore assume di fronte ai fatti narrati o ai personaggi. Gli studiosi hanno individuato tre diversi tipi di Focalizzazione:

1 Focalizzazione zero o non focalizzato: si realizza ogni qual volta i fatti vengono narrati da un narratore onnisciente, cioè da colui che conosce tutti i fatti e che legge i pensieri e gli animi dei personaggi e li giudica. È come se il narratore narrasse le vicissitudini dall'alto. Ad esempio: I promessi sposi del Manzoni. È la narrazione più usata per le opere narrative.

2 Focalizzazione interna: il narratore assume il punto di vista di un personaggio, e la narrazione è quindi effettuata dall'interno dell'ambiente rappresentato. La focalizzazione interna è fissa quando i fatti sono filtrati da un unico personaggio, multipla quando la prospettiva cambia e nella narrazione si intrecciano diversi punti di vista. Sono a focalizzazione interna tutti gli scritti autobiografici, i romanzi epistolari. Vi rientrano altresì le opere scritte in terza persona in cui i fatti vengono presentati attraverso l'ottica di uno o più personaggi, per esempio come nei romanzi di Italo Svevo. I mezzi di espressione maggiormente usati sono il discorso indiretto libero, il monologo interiore ed il flusso di coscienza.

3 Focalizzazione esterna: è il racconto oggettivo nel quale si presenta al lettore l'azione dei personaggi senza mai venire a conoscenza dei loro pensieri o dei loro conflitti interiori. Il narratore è solo un testimone esterno. Questo tipo di focalizzazione è tipica dei romanzi gialli, d'avventura, che attirano il lettore proprio perché vi è un mistero. Può esservi comunque anche in alcune opere narrative (ad esempio: in alcune opere di Hemingway).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura