Flood (informatica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella terminologia informatica, con flood si indica l'invio a grande velocità di una serie di messaggi o pacchetti, o il continuo abuso di messaggi non inerenti ad un determinato argomento prestabilito. Il termine inglese "flood" significa letteralmente alluvione, inondazione.

Campi di utilizzo[modifica | modifica sorgente]

Nel caso in cui l'obiettivo del flooder sia una chat, una mailing list, un forum o un social network, la generazione di grandi quantità di messaggi ripetuti a pochi secondi l'uno dall'altro provocherà la perdita dei messaggi precedentemente scritti dagli altri utenti e quindi il momentaneo inutilizzo della usenet. Spesso questa tecnica viene associata allo spamming per dare maggiore visibilità ai messaggi di spam. Possono essere presi provvedimenti come ban per ip o denuncia alla polizia postale.

Se invece l'obiettivo è un host, un server o un apparato di rete, il flooder - tramite l'invio di un gran numero di pacchetti ad una grande velocità sfruttando protocolli come ad esempio Syn o ICMP - potrebbe rendere non disponibile il servizio svolto dal dispositivo a causa dell'impossibilità di questi di gestire la grande quantità di pacchetti ricevuti creando quindi un momentaneo crash del servizio per la durata del flood o un denial of service fino a rendere il dispositivo non più in grado di erogare i servizi.

Sicurezza informatica Portale Sicurezza informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicurezza informatica