Flavio Anicio Olibrio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'imperatore romano d'Occidente, vedi Anicio Olibrio.

Flavio Anicio Olibrio iunior (latino: Flavius Anicius Olybrius; fl. 526-546; ... – ...) fu un console dell'Impero bizantino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Olibrio apparteneva alla nobile famiglia degli Anicii; fu console nel 526, con l'onore di essere sine collega ("senza collega"); ebbe il rango di patricius.

Si trovava a Roma quando Totila, re degli Ostrogoti, la conquistò (17 dicembre 546): assieme ad alcuni patrizi (tra cui Rufio Gennadio Probo Oreste e Flavio Anicio Massimo), si rifugiò nella Basilica di San Pietro in Vaticano, ma venne catturato e in seguito inviato in Italia meridionale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sundwall, Johannes, Abhandlungen zur Geschichte des ausgehenden Römertums, Ayer Publishing, 1975, ISBN 0405070659, p. 142.