Filippo Aliquò Taverriti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Filippo Aliquò Taverriti

Filippo Aliquò Taverriti (Reggio Calabria, 19 luglio 1902Reggio Calabria, 29 marzo 1976) è stato un giornalista, storico e lessicografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dello scrittore e bibliotecario Luigi Aliquò Lenzi[1][2], iniziò giovanissimo l'attività pubblicistica: appena ventenne collaborava con il Corriere di Calabria di Orazio Cipriani. Dal 1937 diresse il mensile reggino Agricoltura e Commercio (continuazione del periodico L'agricoltura calabrese, fondato nel 1936) [3]. Corrispondente dalla Calabria di numerose testate nazionali (tra cui Il Messaggero), nel secondo dopoguerra fu condirettore, insieme a Filippo Rizzo, del quotidiano La Voce di Calabria. Nel 1953 fondò il settimanale Corriere di Reggio che ebbe vita fino alla metà degli anni '90[4].

Particolarmente attivo anche nella vita politica regionale, fu tra i fondatori della Democrazia Cristiana in Calabria[5]. Saggista prolifico, fu coautore col padre Luigi della seconda edizione del dizionario bio-bibliografico degli scrittori calabresi[6], nonché autore di saggi storici tra cui vanno ricordati quelli sul terremoto del 1908[7][8] e la monografia sul contributo dei calabresi all'impresa garibaldina[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia di Luigi Aliquò Lenzi
  2. ^ Filippo Aliquò Taverriti, Luigi Aliquò Lenzi, Reggio Calabria: Tipografia Fata Morgana, 1945
  3. ^ Giornale di storia contemporanea: rivista semestrale di storia contemporanea, V, Cosenza, Collana periodici Pellegrini, 2002, p. 128.
  4. ^ A.La Tella, "Apostolo civile", in Il Tempo del marzo 1976: «Nel dopoguerra, con il fiorire delle testate, si affermò il progetto di un giornale quotidiano, che sino a quel momento era sembrato un progetto folle (l'esperienza del "Corriere di Calabria" aveva dimostrato quanto fosse difficile creare dal nulla una impresa editoriale). Dopo il quotidiano fondò il settimanale [il "Corriere di Reggio"], senza mai distogliere lo sguardo dai libri».
  5. ^ Cesare Mulè, Democrazia cristiana in Calabria, 1943-1949: il movimento democratico-cristiano e le lotte contadine, Roma, Cinque lune, 1948, p. 48.
  6. ^ L. Aliquò Lenzi e F. Aliquò Taverriti, Gli scrittori calabresi: dizionario bio-bibliografico, Reggio Calabria: Corriere di Reggio, 1955-58, 4 voll.
  7. ^ Filippo Aliquò Taverriti, Reggio 1908-1958: le celebrazioni nel cinquantenario del terremoto del 28 dicembre, 2 voll., Reggio Calabria: Corriere di Reggio, 1958-59
  8. ^ Filippo Aliquò Taverriti, Reggio 1908: sulle rovine dopo la catastrofe, il miracolo d'una città risorta. Reggio Calabria: Corriere di Reggio, 1986
  9. ^ Filippo Aliquò Taverriti, La Calabria per l'Unità d'Italia: nel primo centenario dell'impresa garibaldina, Reggio Calabria: Corriere di Reggio, 1960.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni di Filippo Aliquò Taverriti:

  • Filippo Aliquò Taverriti, Luigi Aliquò Lenzi, Reggio Calabria, Tipografia Fata Morgana, 1945.
  • Luigi Aliquò Lenzi e Filippo Aliquò Taverriti, Gli scrittori calabresi: dizionario bio-bibliografico, Reggio Calabria, Ed. Corriere di Reggio, 1955-58, 4 voll. (II ed.).
  • Filippo Aliquò Taverriti, Reggio 1908-1958: le celebrazioni nel cinquantenario del terremoto del 28 dicembre, 2 voll., Reggio Calabria, Ed. Corriere di Reggio, 1958-59.
  • Filippo Aliquò Taverriti, La Calabria per l'Unità d'Italia: nel primo centenario dell'impresa garibaldina, Reggio Calabria , Ed. Corriere di Reggio, 1960.
  • Filippo Aliquò Taverriti, Reggio 1908: sulle rovine dopo la catastrofe, il miracolo d'una città risorta, Reggio Calabria, Ed. Corriere di Reggio, 1986 (II ed.)

Pubblicazioni su Filippo Aliquò Taverriti[modifica | modifica wikitesto]

  • AAVV., Filippo Aliquò Taverriti: testimonianze ad un anno dalla morte, Reggio Calabria, Ed. Corriere di Reggio, 1977
  • Giuseppe Reale, Filippo Aliquò Taverriti: studioso e scrittore di Calabria (conferenza tenuta il 29 marzo 1979 al Club Modigliani), Reggio Calabria, Ed. Corriere di Reggio, 1979

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]