Ferrovia Astara-Rasht-Qazvin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La ferrovia Astara-Rasht-Qazvin è un corridoio di trasporto che collega le ferrovie esistenti di Russia, Azerbaigian e Iran. Il progetto è realizzato nell'ambito del corridoio di trasporto internazionale nord-sud. Lo scopo del progetto è integrare le rotte di trasporto e informazioni di Russia, Azerbaigian, Iran e India.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'accordo sulla costruzione della tratta è stato firmato da tre parti (Iran, Azerbaigian e Russia) nel 2005.[1] La sezione più impegnativa dal punto di vista ingegneristico è stata la costruzione della ferrovia tra Rasht e Ghazvin, iniziata nel 2009[2] e che ha richiesto quasi un decennio per essere completata. Tale sezione della linea è stata aperta nel novembre 2018.[3]

Il 22 novembre 2018, un treno di prova ha viaggiato per la prima volta su quel tratto di 164 km della linea[4] la cui cerimonia di apertura formale si è tenuta il 6 marzo 2019 con il presidente iraniano Hassan Rouhani, il ministro dell'economia azero Shahin Mustafayev e funzionari del Pakistan e dell'Iraq in presenza[5][6]. La linea ha compreso circa 53 tunnel con una lunghezza complessiva di oltre 22 km.[7]

Il ponte e il breve tratto di binario tra l'Astara iraniana e azera è stato completato nel marzo 2017.[8] Il primo arrivo di un treno proveniente dalla Russia all'Astara iraniana è stato documentato l'8 febbraio 2018.[9] Immediatamente dopo l'entrata in esercizio della tratta Astara (Azerbaigian) - Astara (Iran) nel 2018, la tratta iraniana della ferrovia insieme alla stazione di Astara e al terminal merci di nuova costruzione è stata affittata all'Azerbaigian per un periodo di 25 anni. Durante 11 mesi, su questa ferrovia sono state trasportate oltre 270mila tonnellate di merci.[10]

Dall'inizio del 2019, la costruzione della tratta Rasht-Astara è rimasta in una "fase di studio e revisione" ma con l'approvazione concessa in Iran a gennaio[11] e di circa la metà del costo stimato ($ 1,1 miliardi) garantito da un prestito preferenziale di $ 500 milioni dall'Azerbaigian. Alcuni resoconti della stampa affermano che la posa dei binari dovrebbe essere completata entro il 2021.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ interfax.az, http://interfax.az/print/674554/az. URL consultato il 27 marzo 2019.
  2. ^ (EN) Taleh Ziyadov, Azerbaijan as a Regional Hub in Central Eurasia: Strategic Assessment of Euro-Asian Trade and Transportation, Taleh Ziyadov, 2012, ISBN 9789952348019.
  3. ^ a b (EN) AzerNews.az, https://www.azernews.az/region/141401.html. URL consultato il 27 marzo 2019.
  4. ^ (EN) Qazvin- Rasth railway opens today, su AzerNews.az, 22 novembre 2018. URL consultato il 21 aprile 2021.
  5. ^ (EN) INSTC: Iran's Qazvin-Rasht Railway to Roll on Wednesday, su Financial Tribune, 5 marzo 2019. URL consultato il 21 aprile 2021.
  6. ^ (RU) В Иране открылась железная дорога Казвин-Решт, su «Каспийский вестник», 11 marzo 2019. URL consultato il 21 aprile 2021.
  7. ^ (EN) Iran President Flags Off Train Along New Rail Section of INSTC, su Financial Tribune, 6 marzo 2019. URL consultato il 21 aprile 2021.
  8. ^ Astara link railway opens
  9. ^ ТАСС, https://tass.ru/ekonomika/4942072. URL consultato il 27 marzo 2019.
  10. ^ (EN) en.azvision.az, https://en.azvision.az/news/101945/azerbaijan-eyes-to-increase-capacity-of-cargo-terminal-in-iran’s-astara.html. URL consultato il 27 marzo 2019.
  11. ^ [1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti