Ferdinando Brusotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ferdinando Brusotti (Rosasco, 5 novembre 1839Pavia, 29 dicembre 1899) è stato un fisico e inventore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Lomellina, studiò ingegneria all'Università, anche se voleva dedicarsi alla fisica[1]. Nel 1864 si laureò con una tesi sui gas, e l'anno dopo fu chiamato ad insegnare all'Università, dove rimase fino al 1895.

Invenzioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1877 presentò un prototipo di lampadina, due anni prima di Thomas Edison, ma basata su un progetto diverso, con l'uso di un filo di platino e con un dispositivo di sicurezza per evitare la fusione del filamento. Venuto a conoscenza dei risultati dell'inventore americano abbandonò tuttavia il progetto nel 1879[2].

Inventò inoltre un misuratore elettrico dei livelli d'acqua dei fiumi e altri meccanismi relativi all'acqua.

Nel 1874 fece inoltre un esperimento di comunicazione telefonica fra Pavia e Lomello, sulla linea del telegrafo su una distanza di 36 km[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BRUSOTTI, Ferdinando in "Dizionario Biografico", su www.treccani.it. URL consultato il 23 luglio 2018.
  2. ^ Brusotti biography, su www-history.mcs.st-and.ac.uk. URL consultato il 23 luglio 2018.
  3. ^ Antonio Meucci e Alexander Graham Bell nel 1877 arrivarono solo a 22 km

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]