Ferdinand Ernst Maria von Bissingen-Nippenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ferdinand Ernst Maria von Bissingen-Nippenburg

Governatore del Veneto
Durata mandato 1819-1820
Capo di Stato Francesco I d'Austria
Predecessore Peter Goëss
Successore Carlo d'Inzaghi

Dati generali
Prefisso onorifico Sua Eccellenza
Suffisso onorifico Conte di Bissingen-Nippenburg
Tendenza politica Conservatore
Professione politico
Ferdinand von Bissingen-Nippenburg
2 febbraio 1749 – 22 aprile 1831
Nato aWilten
Morto aWilten
Dati militari
Paese servitoAustria Austria
Altre carichePolitico
voci di militari presenti su Wikipedia

Ferdinand Ernst Maria von Bissingen-Nippenburg (Wilten, 2 febbraio 1749Wilten, 22 aprile 1831) è stato un ufficiale e politico austriaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ferdinand Ernst Maria von Bissingen-Nippenburg nacque a Wilten il 2 febbraio 1749 da Joseph Kajetan Leopold, Conte di Bissingen-Nippenburg, e da sua moglie, la Baronessa Amalia Antonia von Spaur-Flavon.

Nel 1774 sposò in prime nozze Maria Anna Amalia von Stotzingen ed alla morte di questa, si risposò nel 1798 con la Principessa Maria von Thurn-Valsassina.

Intrapresa la carriera politica, divenne commissario straordinario per il governo di Salisburgo dal 1805 al 1806 e successivamente passò al governatorato del Tirolo dal 1815 al 1819. Ottenne quindi di essere spostato al governatorato del Veneto nell'ambito del Regno Lombardo-Veneto, carica che resse dal 1819 al 1820, occupandosi attivamente della restaurazione piena del governo imperiale nell'area veneta, dopo il passaggio delle truppe napoleoniche e l'insorgenza dei locali al governo centralizzato dell'Impero austriaco.

Ebbe un figlio, Kajetan von Bissingen-Nippenburg, il quale fu anch'egli governatore a Venezia ed in Tirolo.

Morì nella città natale di Wilten il 22 aprile 1831.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Corona Ferrea - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Corona Ferrea

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6152207 · GND (DE135549051 · CERL cnp01142826