Fender Jazz Bass Special

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fender jazz bass special

Fender Jazz Bass Special è un modello ibrido di basso elettrico caratterizzato dal corpo Precision Bass con l'aggiunta di un pickup J al ponte oltre allo Split P al manico del classico Precision, senza battipenna, realizzato sia in versione fretted che fretless.

Gli strumenti venivano realizzati nella fabbrica Fugi-Gen Gakki tra l'84 e l'87, al momento in cui la fabbrica americana fu chiusa prima dell'inaugurazione della nuova in California. Molti di questi sono stati realizzati con parti originali Fender spedite dagli Stati Uniti in quel periodo

Noto per essere stato il basso principale di Duff McKagan dei Guns n'Roses e dei Velvet Revolver.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1982 la Fender Japan era impegnata nella produzione delle repliche vintage. I seriali presenti erano ancora JV e SQ. In quel periodo veniva prodotto il PJ-555 con decal P-J bass molto simile al jazz special ad eccezione dei controlli di volume e dall'assenza di selettore switch.

Nel 1984 nasce la serie BOXER in giappone. Questa riproponeva grosso modo la serie Elite dei cugini americani fermatisi al seriale E4 nel 1984 per scarsità di vendite. Dalla serie American Elite condividevano custodia rigida, controlli volume, decalcomanie dal E5 in poi. Venivano inoltre importati inizialmente anche i manici americani pre Elite che giacevano come fondi di magazzino in quanto la Fender ne aveva modernizzato il profilo.

Per il mercato di esporto i seriali utilizzati partivano con la sigla E5 ad arrivare all'E9 nel 1987, anno della cessazione dell'esportazione.

Per il mercato interno giapponese i seriali venivano punzonati sulla piastra che ancorava il manico al corpo ed il seriale partiva dalle lettera A, inoltre la produzione interna non cessò nel 1987 ma continuò per moltissimi anni ancora.[senza fonte]

Modelli[modifica | modifica wikitesto]

Possiamo separare la produzione in 5 serie distinte:

  • Prima serie JV (PJ555 PJ-BASS)
  • Seconda serie E51-E60 (PJ-555 Fender jazz bass special)
  • Terza serie E61- (PJ-555 Fender jazz bass special)
  • Quarta serie E90- (PJ-555 fender jazz bass special)
  • Quinta serie E97-C0 (PJ-36 / PJ-455 Fender jazz bass special) (PJ-755 Fender jazz bass special power)

SERIE BOXER[modifica | modifica wikitesto]

PJ 555

JB-555

PJ-535

PB-551

PB-555

FB-555

Squier JV

Prima serie[modifica | modifica wikitesto]

Body tiglio

Truss rod Tacco

Neck Acero laccato nero (USA Precision neck 41mm.)

Pickup hot rod

Control 3 pot

Brass saddle black

Black Tuner 70's Style

Knobs standard

Seconda serie[modifica | modifica wikitesto]

Body tiglio

Truss rod Tacco

Neck Acero laccato nero (USA Precision neck 41mm.)

Pickup hot rod

TBX control 3 pot + Switch

Brass saddle black

Black Tuner 70's Style

Knobs Elite

Terza serie[modifica | modifica wikitesto]

Body tiglio

Truss rod paletta

Neck Acero laccato nero (japan jazz Neck 38.1mm.)

Pickup hot rod

TBX control 3 pot + switch

Brass saddle black

Black tuner 70's Style

Knobs Elite

Quarta serie[modifica | modifica wikitesto]

Body tiglio

Truss rod paletta

Neck Acero ( japan jazz Neck 38.1mm.)

Pickup standard

TBX control 3 pot + switch

Bridge Schaller type

Black tuner 70's Style

Knobs Elite

Quinta serie[modifica | modifica wikitesto]

Body tiglio

Truss rod paletta

Neck Acero (japan jazz Neck 38.1mm.)

Pickup standard

Control 3 pot

Tuner Gotoh

Bridge standard

Knobs standard

Riedizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 è uscita la riedizione Made in Messico dei Fender Jazz Bass Special basato sul Fender Duff Mckagan nella versione Signature Duff Mckagan, il modello giapponese utilizzato da duff che è stato usato per il progetto presentava la curiosità di avere un difetto nel profilo del manico ,più ad oliva, poi mantenuto nel signature. Il signature è leggermente differente dal modello Nipponico sia nella tipologia dei legni e della struttura che nella posizione e nella tipologia dei pick up.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) J. W. Black, The Fender Bass: An Illustrated History, Hal Leonard, 2001, ISBN 0-634-02640-2.
  • (EN) Filiberto Roger, The Electric Bass, Mel Bay Publications, 1963.
  • (EN) J. W. Black e Albert Molinaro, The Fender Bass: An Illustrated History, Milwaukee, Hal Leonard Corporation, 2001, ISBN 0-634-02640-2.
  • (EN) Klaus Blasquiz, The Fender Bass, Milwaukee, Mediapresse, Hal Leonard Publishing Corporation, 1990, ISBN 0-7935-0757-X.
  • (EN) Peter Bertges, The Fender Reference, Saarbrücken, Bomots, 2007, ISBN 978-3-939316-38-1.
  • (EN) Martin Kelly, Terry Foster e Paul Kelly, Fender: The Golden Age 1946-1970, London & New York: Cassell, 2010, ISBN 1-84403-666-9.
  • Filiberto Roger: The Electric Bass, Mel Bay Publications, 1963

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica