Fattura elettronica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La fattura elettronica indica una fattura in formato digitale. Nello specifico con l'espressione "fatturazione elettronica" si intende il processo con cui si gestisce emissione, invio, tenuta e conservazione digitale del documento di fatturazione. Tale processo si ispira sostanzialmente a tre principi portanti: dematerializzazione (esclude il formato cartaceo), integrazione[non chiaro] e collaborazione nella relazione cliente-fornitore.[1]

Introdotta in Italia con la legge finanziaria 2008, nell'ambito delle linee di azione dell'Unione europea («i2010») che incoraggia gli Stati membri a dotarsi di un adeguato quadro normativo, organizzativo e tecnologico per gestire in forma elettronica l'intero ciclo degli acquisti, a partire dal 6 giugno 2014 è obbligatorio fatturare elettronicamente nei confronti delle pubbliche amministrazioni italiane.[2] Consiste in un documento elettronico prodotto in formato XML, secondo gli standard tecnici definiti da Sogei, il cui contenuto deve essere nel tempo immutabile e non alterabile ovvero appunto certificabile; è la sola tipologia di fattura accettata dagli enti di PA che, secondo le disposizioni di legge, sono tenuti ad avvalersi del Sistema di Interscambio.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei maggiori contributi da attribuire all’introduzione della fattura elettronica è la semplificazione del sistema con un conseguente accrescimento della trasparenza generale. La fatturazione elettronica aiuta lo Stato a combattere l’evasione accertando i dati delle fatture in una logica ex ante e aiuta le aziende dando loro meccanismi più semplici e omogenei, portandole ad esser anche più competitive sul merca- to. In Europa l’Italia è stato il primo paese a prevedere con un obbligo normativo l’obbligatorietà della fattura elettronica tra privati.[3]

La disponibilità immediata del documento permette di contrastare più rapidamente le condotte elusive degli operatori.[4]

Per essere immutabile e non alterabile, la fattura elettronica deve poter attestare la data di emissione, la sua provenienza e l'integrità del contenuto.

Le normative nazionale e comunitaria prevedono per l'appunto:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cos'è la Fattura Elettronica e come funziona, su blog.osservatori.net.
  2. ^ Fatturazione elettronica PA - Regole generali, su agenziaentrate.gov.it (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2017).
  3. ^ Darian Frajberg, Piero Fraternali e Rocio Nahime Torres, A Testing Framework for Multi-SensorMobile Applications, in Journal of Mobile Multimedia, vol. 15, n. 1, 2019, pp. 1–28, DOI:10.13052/jmm1550-4646.15121. URL consultato il 27 aprile 2020.
  4. ^ Relazioni degli Ambasciatori Veneti al Senato, Cambridge University Press, pp. 209–254, ISBN 978-1-139-17567-8. URL consultato il 27 aprile 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]