Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Fassato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cartina della Tripolitania - Fassato è nella parte occidentale, intorno a Giado

Fassato (in berbero Fassâṭo, in grafia araba ﻓﺴﺎﻃﻮ), è una località del Gebel Nefusa in Tripolitania (Libia). Nella descrizione che ne danno gli antichi storici ibaditi si trattava di un qsar, un luogo fortificato o un vero e proprio villaggio. Oggi il nome si applica soprattutto ad una regione al centro del Gebel Nefusa. Di essa fanno parte i villaggi di Termisa, Udjlim, Ushebari, Talat Numiran, Temuget, At-Ignaun, Shekshuk, Giado (che ne è il capoluogo), Mezzu, Gemmari, At-Indebas, Timezghura, Wifat, Regreg e Temezda.

Le più antiche menzioni della località risalgono al X secolo (Siyar di Shemmakhi). Il nome è di origina latina. Con ogni probabilità continua il romanzo d'Africa *Fossato, che viene dal latino fossatum "fossato, specie come fortificazione". ci si trova infatti molto vicino all'antico limes romano e bizantino, ed inoltre la regione è ricca di toponimi di evidente origine romana. Ad esempio, la località di Termisa discende molto probabilmente da un latino Thermis.

Fassato è ancor oggi una località berberofona, dove si parla il nefusi, e la sola grammatica di berbero di una certa ampiezza composta in italiano è quella che Francesco Beguinot scrisse prendendo come modello proprio la lingua della regione di Fassato. Anche i poemetti ibaditi composti nel Gebel Nefusa e raccolti da Luigi Serra provengono da Mezzu, nella regione di Fassato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Su Fassato

  • Tadeusz Lewicki, Etudes ibadites nord-africaines. Partie I - Tasmiya shuyukh Jabal Nafusa wa-Qurahum Liste anonyme des shaikhs ibadites et des localités du Jabal Nafusa contenue dans le "Siyar al-masha'ikh" (VIe-XIIe s.). Texte arabe avec introduction, commentaire et index, Warszawa 1955

Sul berbero di Fassato

  • Francesco Beguinot, Il Berbero Nefûsi di Fassâto. Grammatica, testi raccolti dalla viva voce, vocabolarietti, Roma, Istituto per l'Oriente, 1942 (2. ed.; 1.ed. 1931)
  • Gennaro Buselli, "Testi berberi del Gebel Nefusa (Dialetto di Gemmari)", Africa italiana 50 (1921), pp. 26-34.
  • Gennaro Buselli, "Berber Texts from Žebel Nefûsi (Žemmari Dialect)", Journal of the Royal African Society, Vol. 23, No. 92 (July, 1924), pp. 285-293 (scaricabile qui)
  • Luigi Serra, "Su due poemetti berberi ibaditi (Note preliminari)", in Gli interscambi culturali e socio-economici fra l'Africa settentrionale e l'Europa mediterranea. Atti del Congresso Internazionale di Amalfi 5-8 dicembre 1983, Napoli 1986, pp. 521–539
Africa Portale Africa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa