Evelin Banev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Evelin Banev

Evelin Banev, detto Brendo (Bulgaro: Евелин Банев - Брендо) (Burgas, 8 ottobre 1964), è un imprenditore bulgaro, attualmente accusato di riciclaggio di denaro e traffico di droga[1].

Banev ha accumulato il suo capitale iniziale attraverso una serie di transazioni finanziarie di successo nel mercato azionario durante la bolla delle Dot Com.

Dopo il 2001 si è spostato sul mercato finanziario ed edile bulgaro[2].

Dal 2007 è stato accusato di vari reati, tra cui diffamazione pubblica, e imprigionato in Bulgaria.

Nel febbraio 2013 la corte di Sofia condanna Banev per riciclaggio a sette anni e mezzo di prigione, mentre in Italia viene condannato a 20 anni di carcere per traffico di droga. Del sodalizio facevano parte anche 4 bulgari e un italo-bulgaro, 6 italiani, uno sloveno e un rumeno[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kapital Novinite, Alleged Bulgarian Drug Lord Extradited to Italy, su novinite.com.
  2. ^ Monitor, Brendo got seven and a half years for money laundering from narco-trafficking, su mediapool.bg.
  3. ^ L'Italia ha condannato Evelin Banev – Brendo a 20 anni di reclusione, in Bulgaria oggi, 9 luglio 2013. URL consultato il 1º novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie