Eudoxius von Hormuzaki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eudoxius von Hormuzaki
Eudoxiu Hurmuzachi.jpg

Governatore del Ducato di Bukovina
Durata mandato 5 dicembre 1862 –
15 agosto 1870
Capo di Stato Francesco Giuseppe d'Austria
Predecessore Eugen Hakman
Successore Alexander Wassilko von Serecki

Durata mandato 16 dicembre 1871 –
10 febbraio 1974
Predecessore Alexander Wassilko von Serecki
Successore Anton Kochanowski von Stawczan

Il barone Eudoxius von Hormuzaki (Chornivka, 29 settembre 1812Černivci, 10 febbraio 1874) è stato un politico austriaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Hurmuzachi nacque in una famiglia dell'antica aristocrazia della Bucovina, figlio secondogenito di Doxache Hurmuzachi, venendo alla luce nella residenza di famiglia di Cernăuca (oggi Chornivka, Ucraina). Suo padre era solito offrire rifugio ai perseguitati politici rumeni della Transilvania, indebitandosi notevolmente per questo. Assieme ai suoi fratelli, Eudoxiu divenne una delle figure principali del Risveglio nazionale rumeno in Bukovina.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Stemma di Eudoxius von Hormuzaki

Hurmuzachi si recò a Vienna ancora giovane per studiare storia; qui prese parte agli eventi del 1848 e decise di interrompere i propri studi. Tornato in patria, prese parte al movimento per introdurre la lingua rumena all'Istituto Teologico di Czernowitz (oggi Chernivtsi, Ucraina; conosciuta come Cernăuți durante il dominio rumeno), ed introdusse il corso di letteratura e lingua rumena all'Istituto di Studi Filosofici di Czernowitz.

Nel 1849, chiese con una petizione all'imperatore austriaco di trasformare la Bukovina in ducato della Corona, con eguali diritti agli altri regni che componevano l'Impero austriaco; la petizione venne accettata. Egli contribuì a questo fatto scrivendo articoli per il locale di Cernăuți dal 1848 al 1850. Dopo un dibattito politico, tornò a Vienna per completare i suoi studi. A quel tempo, gli abitanti attorno a Câmpulung Moldovenesc gli chiesero di fare delle ricerche per far valere i diritti sulle terre a loro confiscate. Egli riuscì nell'intento ed il popolo di Câmpulung gli eresse un piccolo monumento in pietra come segno di gratitudine.

Nel 1861, egli venne eletto come rappresentante sia alla Dieta della Bukovina che al Parlamento imperiale di Vienna. Nel 1860, quando la Bukovina venne incorporata alla Galizia, egli chiese all'imperatore ed ai ministri di ristabilire l'autonomia della provincia, ottenendo un nuovo successo. L'imperatore quindi lo nominò governatore della Bucovina nel 1864. Un decreto imperiale gli garantì il titolo di barone.

Il 2 agosto 1872 divenne membro dell'Accademia Rumena. Nella sua carriera di storico collezionò e pubblicò 12 volumi di documenti storici.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN44683699 · ISNI: (EN0000 0001 1568 8985 · LCCN: (ENn83208899 · GND: (DE139445595 · CERL: cnp01200188
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie