Erik Kessels

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Erik Kessels (Roermond, 11 marzo 1966) è un artista, designer e curatore d'arte olandese, nutre un particolare passione nei confronti della fotografia ed è il direttore artistico di KesselsKramer, un'agenzia pubblicitaria con sede ad Amsterdam, nonché cofondatore della casa editrice KesselsKramer Publishing.[1].

Kessels nel 2016
Kessels al Typo Berlin 2017

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kessels è nato a Roermond, in Olanda.[2]

Colleziona fotografie che trova nei mercati delle pulci, nelle fiere, nei negozi dell'usato, ricontestualizzandole e pubblicandole con KesselsKramer Publishing. Tra i suoi lavori più famosi e importanti vi sono la rivista Useful photography e In Almost Every Picture[3].

Il Guardian, a proposito di Kessels, ha affermato: "E' un maestro nel trovare vecchi album di famiglia, mostrandoceli sotto un nuovo volto, nella loro mondana bellezza e stranezza. E' interessato dalle storie contenute nelle fotografie, piuttosto che dalle fotografie in sé".[4]

KesselsKramer and KesselsKramer Publishing[modifica | modifica wikitesto]

KesselsKramer è un'agenzia pubblicitaria indipendente fondata da Kessels e Johan Kramer nel 1996 con sede principale ad Amsterdam e altre sedi a Londra e Los Angeles.

Tra le loro campagne pubblicitarie spiccano "The Worst Hotel in The World" per l'ostello Hans Brinker e "I Amsterdam", entrambe nel capoluogo olandese.

KesselsKramer Publishing è una casa editrice specializzata nella pubblicazione di libri di fotografia e arte prodotti esclusivamente dal proprio staff.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Tim Clark, The Vanishing Art of the Family Photo Album, su Time. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  2. ^ (NL) Ontdek fotograaf, grafisch ontwerper, reclameontwerper Erik Kessels, su rkd.nl. URL consultato il 14 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2018).
  3. ^ (EN) Hallie Sekoff, Erik Kessels' 'In Almost Every Picture' Series Features Fred Clark's Underwater Wife Photos, in Huffington Post, 22 ottobre 2012. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  4. ^ (EN) Sean O'Hagan, Erik Kessels: 'All the great photographs have already been taken', su the Guardian, 15 aprile 2016. URL consultato il 14 ottobre 2018.

Bibliografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Che sbaglio! Come trasformare i fallimenti in successi mandando tutto all'aria, 2017 (Phaidon)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15092408 · ISNI (EN0000 0000 4287 5252 · LCCN (ENno2003047955 · GND (DE123376165 · BNF (FRcb15596224k (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2003047955