Enrico III, conte di Sayn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Enrico II, conte di Sayn)
Jump to navigation Jump to search

Enrico III il Grande (... – 1246) fu conte di Sayn (1202-1246), una contea situata vicino al fiume Sieg nel nord della Renania-Palatinato.

Nel suo primo anno di regno Enrico divise il potere con suo zio, il Conte Enrico II, poiché quest'ultimo e il padre di Enrico III, Eberardo II, avevano governato insieme la contea.

Nel 1233 il Grande Inquisitore tedesco, Corrado di Marburgo, accusò Enrico di partecipare a orge sataniche. Enrico si difese davanti a un'assemblea di vescovi convocata a Magonza e fu scagionato. Corrado non accettò il verdetto e dopo aver lasciato Mainz fu assalito e ucciso vicino Marburgo da un gruppo di cavalieri. Non si sa se agissero su ordine di Enrico. Nonostante lo stesso papa Gregorio IX avesse ordinato di trovare e punire gli assassini, la fama di crudeltà di Enrico fermò le indagini.

Enrico morì nel 1246. La contea passò nelle mani del conte Eberardo III di Sponheim Eberstein.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15714444 · GND (DE124807496