Enrico Galluppi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Galluppi

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXI, XII
Collegio Civitavecchia

Assessore facente funzione di Sindaco di Roma
Durata mandato novembre 1899 –
dicembre 1899
Predecessore Emanuele Ruspoli
Successore Prospero Colonna

Dati generali
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Docente universitario, Avvocato

Enrico Galluppi (Roma, 13 dicembre 1849Roma, 3 febbraio 1915) è stato un politico, avvocato docente universitario italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Avvocato, Professore universitario, tenne la cattedra di procedura civile e ordinamento giudiziario alla La Sapienza di Roma, dal 1897 al 14 dicembre del 1899, quando si dimise (la cattedra vacante fu quindi assegnata a Lodovico Mortara ) per entrare nel Consiglio di Stato.[1]

Fu assessore del Comune di Roma, e alla fine del 1899, alla morte del sindaco Emanuele Ruspoli, fece le funzioni di Sindaco.[2]

Viene poi eletto nelle elezioni suppletive del 6 gennaio del 1901 nel collegio di Civitavecchia alla XXI legislatura della Camera del Regno d'Italia[3] e a quelle successive per la XXII legislatura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scritti in onore dei Patres, di Franco Cipriani.
  2. ^ I sindaci di Roma di Alberto Caracciolo.
  3. ^ Storia di Civitavecchia, vol. 5, Odoardo Toti, 2003

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Sindaco di Roma Successore Insigne Romanum coronatum.svg
Emanuele Ruspoli novembre 1899 - dicembre 1899
Assessore facente funzioni di Sindaco
Prospero Colonna
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie