Elio Trenta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Elio Trenta (Città della Pieve, 19121932) è stato un ingegnere meccanico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Città della Pieve, fu tra i primi a ideare il cambio automatico[1].

Il suo brevetto di un cambio automatico progressivo di velocità venne presentato e registrato in Italia nel 1932 (il brevetto venne rilasciato dal Ministero delle Corporazioni - Ufficio delle proprietà intellettuali, con il numero 298415), anche se il primo apparecchio di questo tipo era stato inventato nel 1921 dal canadese Alfred Horner Munro, che lo brevettò nel 1925[1].

Elio andò quindi a presentare la sua invenzione alla FIAT, la quale si dichiarò "NON interessata" al progetto in quanto portava via molta potenza al motore; a quell'epoca la FIAT era impegnata nella corsa delle prestazioni che segnava il mercato dell'auto italiana negli anni '30.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b L'incredibile storia dell'ingegnere italiano che a 20 anni brevettò il cambio automatico, su la Repubblica, 27 marzo 2021. URL consultato il 7 aprile 2021.