Edizioni OMP

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Edizioni OMP nascono nel dicembre 2007 a Pavia e costituiscono la prima casa editrice italiana completamente in copyleft.[1][2][3]

I libri sono pubblicati secondo licenze Creative Commons e scaricabili gratuitamente dal sito internet delle Edizioni OMP o da Google Libri in formato pdf, oltre che acquistabili nelle librerie in formato cartaceo. Brani dei libri sono stati resi disponibili per il download direttamente dal sito delle Edizioni.

Non essendo una casa editrice a pagamento, gli autori non sono tenuti ad acquistarne un numero minimo di copie né a pagare per la propria pubblicazione.

Le Edizioni OMP nascono dall'esperienza associativa e no-profit della Officina Multimediale Pavese: pertanto, il ricavato della vendita dei volumi è utilizzato per la pubblicazione, la promozione e la distribuzione di altri libri e di altri autori.

Le Edizioni OMP hanno cessato la loro attivitá nel 2013 dopo la pubblicazione di più di venti titoli. Le ragioni della conclusione di questa esperienza vanno ricercate nella mancanza di fondi e, essendo un progetto su base volontaria, di partecipanti alla iniziativa.

Collane[modifica | modifica wikitesto]

Altre case editrici in regime di copyleft[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista a Liblog, liblog.bloglist.it.
  2. ^ Luigi M., Reale, OMP e la via italiana dell’editoria Copyleft, in «Italianistica Online», italianisticaonline.it, 15 8 2008. URL consultato il 20 9 2008.
  3. ^ Edizioni OMP,, Edizioni OMP su Nazione Indiana, nazioneindiana.com, 15 2 2009. URL consultato il 20 2 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria