Earthworks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In archeologia con il termine earthworks si definiscono le manipolazioni della morfologia del paesaggio aventi una diretta origine antropica, spesso a carattere difensivo o funerario. Conosciuti talvolta come lumps and bumps (lett. cumuli e cunette), possono essere testimonianza diretta di una struttura (ad es. fossati circolari, motte, etc.) o indicarne la presenza al di sotto la superficie, come nel caso dei tumuli .[1]

Sono in genere ascrivibili ad interventi di fortificazione degli insediamenti (fortificazioni collinari, motte, fossati perimetrali) o ad espressioni culturali di tipo rituale (cerchi di pietre, menhirs) e funerario (long barrows, dolmen) .

Una accurata indagine di queste tracce ne permette l'interpretazione senza l'uso di metodiche d'analisi invasive, come carotaggi o saggi archeologici. Nell'ambito dell'archeologia medievale e protostorica le evidenze di questi earthworks hanno un ruolo determinante nella definizione di parametri quali grandezza dell'abitato, disposizione delle strutture e tecniche di realizzazione, oltre a suggerire indizi sulla configurazione del paesaggio antico.

Gli earthworks possono variare in altezza da pochi centimetri fino alla dimensione di Silbury Hill a 40 metri. Possono risalire al Neolitico ed estendersi per molte decine di chilometri, per es. La diga di Offa (Offa's Dyke), Vallo Antonino e Maiden Castle.

Gli earthworks poco profondi sono spesso ben visibili, come i cropmarks, oppure si possono osservare dalle fotografie aeree se prese quando il sole è basso nel cielo e le ombre sono molto pronunciate.[2] Similmente, gli earthworks possono essere più visibili dopo una gelata o un'irrorazione di luce di neve.[3] Un'accurata indagine sugli earthworks li rende suscettibili di essere interpretati senza il bisogno di uno scavo.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Muir, 77
  2. ^ Wilson, 38
  3. ^ Aston, 14
  4. ^ Taylor, 59–60

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Mick Aston, Interpreting the Landscape from the Air, Tempus, 2002, ISBN 0-7524-2520-X
  • (EN) Richard Muir, Landscape Encyclopedia, Bollington, Cheshire: Windgather, 2004, ISBN 0-9545575-0-6
  • (EN) Christopher Taylor, Fieldwork in Medieval Archaeology, London: Batsford, 1974, ISBN 0-7134-2850-3
  • (EN) D.R. Wilson, Air Photo Interpretation for Archaeologists, 2nd ed., Stroud: Tempus, 2000, ISBN 0-7524-1498-4
  • (EN) Eric Wood, Collins Field Guide to Archaeology, 4th ed., London: Collins, 1975, ISBN 0-00-219168-7

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia