E poi venne il silenzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
E poi venne il silenzio
Paese di produzioneItalia
Anno2010
Durata60 min
Generedocumentario
RegiaIrish Braschi
SceneggiaturaIrish Braschi
ProduttoreMatteo Levi
Casa di produzione11 Marzo Film, Rai Cinema, Spaghetto Film, Toscana Film Commission
Distribuzione (Italia)Rai Cinema
FotografiaDaniele Poli
MontaggioDesideria Rayner
MusicheAlessandro Moro
ScenografiaYasmine Liguori, Cinzia Landucci
CostumiFlorence Emir
Interpreti e personaggi
  • Milena Bernabò
  • Fabrizio Brandi
  • Livia Urosevic Corsi
  • Amedeo D'Amico
  • Riccardo De Francesca
  • Simone Fulciniti

E poi venne il silenzio è un docu-drama del 2010 diretto da Irish Braschi. È stato realizzato per il 65º anniversario dell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema (12 agosto 1944), lo stesso episodio storico a cui si è ispirato Spike Lee per il suo film Miracolo a Sant'Anna. E poi venne il silenzio è stato presentato in concorso al Roma Fiction Fest[1] e al Rome independent film festival[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Agosto 1944. Sant'Anna di Stazzema è un piccolo paese della Toscana. Una mattina, un gruppo di SS opera un feroce rastrellamento, uccidendone gli abitanti e bruciandone le case. La strage rimane sotto silenzio fino al 1994, quando vengono ritrovati dei fascicoli che la documentano. Ne nasce un processo contro gli ufficiali nazisti. Alle interviste ai superstiti, il documentario alterna delle sequenze di fiction che ricostruiscono gli eventi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Pezzino, Sant'Anna di Stazzema. Storia di una strage, Il Mulino, 2013, ISBN 8815242007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stefano Stefanutto Rosa, Al RomaFictionFest arriva il rapper, su news.cinecitta.com, 11 giugno 2010.
  2. ^ E poi venne il silenzio, su riff.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema