Druid (gioco di ruolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Druid
Tipogioco di ruolo
AutoreSpartaco Albertarelli, Nick Gandolfi e Paolo Parente
IllustratorePaolo Parente
EditoreEditrice Giochi
1ª edizione1993
Regole
N° giocatori2+
Sistemaproprio
Ambientazionefantasy

Druid è un gioco di ruolo fantasy di Spartaco Albertarelli, Nick Gandolfi e Paolo Parente (che ne ha curato anche le illustrazioni) pubblicato dalla Editrice Giochi nel 1993[1]. È stato pubblicato come confezione in scatola (in maniera simile alla scatola rossa di Dungeons & Dragons). Oltre alla scatola base è stata pubblicata inoltre un'avventura introduttiva intitolata Il Cerchio dei Funghi e un modulo geografico dedicato alla regione chiamata Magh Mor.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è ambientato sul continente di Annwyn, ed è ispirata alle leggende della mitologia celtica. Nell'antichità una parte dei druidi, incaricati dagli dei di conservare e curare il mondo, si ribellarono contro i loro doveri, volendo sperimentare nuove e mostruose creazioni[1] La guerra tra i druidi, il Derwydd, divise e devastò il mondo e venne interrotta solo dall'intervento degli dei che spazzarono tutti il continente con un grande diluvio[1].

I personaggi sono potenziali druidi raccolti dall'Ultimo Druido Nehwhyn per combattere contro gli spiriti dei Derwydd, i druidi malvagi la cui rivolta aveva anticamente convinto gli dei ad inviare un diluvio.

Sistema di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema di gioco prende elementi da Dungeons & Dragons e da Girsa. I personaggi appartengono ad una delle razze standard (umani, elfi, nani, halfling). I giocatori hanno a disposizione una riserva di punti da distribuire nelle dieci caratteristiche (forza, agilità, riflessi, destrezza, memoria, freddezza, sensibilità, carisma, osservazione) e nelle proficiencies, a loro volta suddivise in abilità innate, conoscenze e abilità pratiche. La scala di questi valori è percentuale. Ogni personaggio ha anche una professione (artigiano, bardo, soldato, ecc.) che concede vantaggi e svantaggi.

Le azioni vengono risolte con un test d100+caratteristica contro un livello di difficoltà, con possibilità di critici.

Si suppone che tutti i personaggi possiedano poteri magici latenti e che potenzialmente possono diventare nuovi druidi. Esistono diversi tipi di potere innati poteri della mente (telepatia, ipnosi, percezione con le mani, illusione, guarigione), sugli elementi (evocazione di spiriti elementali) e della musica (incantesimi invocati suonando particolari melodie). Superato un certo livello in un numero sufficiente di poteri innati è possibile accedere ai Poteri delle Rune.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Vi presentiamo Druid, il gdr italiano fantasy celtico!, su L'isola di Illyon. URL consultato l'8 giugno 2019 (archiviato il 23 agosto 2014).
Giochi di ruolo Portale Giochi di ruolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi di ruolo