Drone FPV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un tipico drone da corsa autocostruito

Un Drone FPV o drone da corsa (dove FPV è un acronimo in inglese per first person view, ovvero visuale in prima persona) è un velivolo utilizzato in un'attività sportiva in cui i partecipanti controllano dei droni (tipicamente piccoli aerei radiocomandati o quadricotteri), dotati di telecamere mentre indossano visori o occhiali montati sulla testa che, grazie a un display appositamente progettato, trasmettono direttamente dal vivo ciò che vede la telecamera del drone. L'obiettivo è completare una pista o un percorso prestabilito il più rapidamente possibile (evitando vari tipi di ostacoli, come bandiere, anelli, gates, etc.).[1]

Le corse di droni sono iniziate in Germania nel 2011 con un certo numero di piloti dilettanti che si riunivano per gare semi-organizzate a Karlsruhe.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

I piloti sono in grado di "vedere" quel che la fotocamera montata sul drone registra, grazie a un monitor indossato dal pilota. Il radiocomando, il drone e gli occhiali comunicano via radio grazie a delle antenne sintonizzate su una certa banda e frequenza, e devono essere sufficientemente veloci e affidabili in modo da consentire un controllo dinamico e efficace, per questo molti droni usano trasmissioni radio analogiche preferendole a quelle digitali, più costose e un po' più lente, ma con risoluzione di maggiore qualità (4K). Gli occhiali FPV sul mercato hanno diverse caratteristiche: includono un ampio campo visivo (Fov), ovvero Field of View, diversità del ricevitore, video HD digitale, rilevamento della testa, cuffie, impostazioni di frequenze multiple e funzionalità di registrazione DVR tramite scheda SD.

Alcune organizzazioni di droni da corsa insistono sul fatto che gli occhiali dovrebbero essere utilizzati anche tra gli spettatori allo stesso modo dei piloti, semplicemente cambiando la frequenza di trasmissione sul canale del pilota che si desidera guardare.

Piloti durante la competizione sportiva Ghetto Games 2018 allo Stadio olimpico di Ventspils in Lettonia

Qualsiasi drone può essere utilizzato per gareggiare, tuttavia i campionati di corse FPV sono molto competitivi e richiedono che i droni soddisfino determinati standard (come l'utilizzo di led di uno specifico colore, transponder infrarossi, una frequenza di banda diversa dagli altri piloti, trasmittente video a 25 mw, etc).

I droni da corsa sono progettati per la velocità e l'aerodinamica, al contrario di un drone da ripresa cinematica che si concentra maggiormente sugli scatti fotografici e non sulla velocità intrinseca del mezzo. Un quadricottero da ripresa fotografica avrà tipicamente quattro motori configurati in uno schema a H o a x, tutti equidistanti. Un modello da corsa avrà in genere i suoi quattro motori configurati in un modello a stretch X (x allungata) configurato per spingere il drone in avanti con maggiore accelerazione e velocità, rispetto a un qualsiasi altro drone sul mercato di qualsiasi altra categoria. Ad esempio, un drone da corsa può raggiungere e superare i 250 km/h[3], se configurato in modo corretto, con tutte le componenti scelte ad hoc per la pura velocità finale, rispetto a un drone da ripresa che a malapena raggiunge i 60 km/h. Un'altra caratteristica interessante dei droni da corsa è il numero di pale dell'elica. Le eliche a 3 o 4 pale (invece di 2 pale) hanno un diametro più corto che consente un telaio più piccolo con maggiori capacità di accelerazione e manovrabilità. Grazie alla loro leggerezza e ai quattro potenti motori brushless (senza spazzola), possono generare grandi quantità di coppia e spinta, con la conseguenza che i droni possono accelerare e spostarsi con grande velocità e agilità. Ciò richiede un pilota con tempi di reazione rapidi e controlli facilmente accessibili, in modo da controllare il proprio velivolo al meglio delle sue potenzialità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Droni da corsa: un’auto sportiva non può vincere, su www.bmw.com. URL consultato il 2 maggio 2021.
  2. ^ (EN) 'I put those goggles on and just fell in love', in BBC News, 12 aprile 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
  3. ^ (EN) Watch this racing drone set the Guinness World Record for fastest drone, su TechCrunch, 14 luglio 2017. URL consultato il 2 maggio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]