Downhill (ciclismo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Downhill è uno sport ciclistico classificato come "Sport Estremi". Consiste nel correre una "Run" cioè una gara singola totalmente in discesa. Il percorso varia dai 2 ai 5 chilometri. Le biciclette da Downhill sono distinguibili sino alla prima occhiata dato che hanno un'escursione minimo di 200 millimetri sia davanti che dietro, sono più pesanti e variano dai 12 ai 16 chili con materiali composti da carbonio o alluminio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le primissime tracce di Downhill sono risalenti alla seconda metà degli anni 70 dove nel 1976 si è svolta a Fairfax, California, una gara prettamente discesistica. Da quel momento gare di questo tipo divennero sempre più frequenti sia amatorialmente che a livello agonstico. A quel tempo le biciclette erano minimamente radicate su un livello d'assorbimento delle vibrazioni a tale livello e si notò ben presto che non erano sufficientemente efficienti. Per risolvere a questo problema però ci vollero parecchi anni. Nel 1990 il Downhill, e il Cross Country, diedero vita all'UCI Cycling Mountain Bike World Championship dove gare di Mtb si corsero in tutto il mondo a partire da Durango.

Attualmente le gare del mondiale sono organizzate dall' UCI in varie località del mondo. Il campione del mondo 2018 è Loïc Bruni team Specialized Gravity, con la sua Demo 8.

Weekend Gara[modifica | modifica wikitesto]

Il weekend di gara si estende su 4 Giornate ufficiali. Il mercoledì ci sono i "Track Walk" ovvero i rider scendono sulla pista a piedi per guardarla, esplorarla, capirne le linee e spesso decidere la migliore in base alle proprie esigenze.

Il Giovedì ci sono le prove. Si nota spesso come i rider si fermano anche sulla pista per vedere al meglio quali linee utilizzare e come le fanno gli altri concorrenti.

Il Venerdì la mattina ci sono ancora prove, al pomeriggio le qualifiche. Le qualifiche sono inverse, ovvero chi fa il tempo migliore parte ultimo.

Il sabato mattina c'è il "Warm Up" e al pomeriggio, normalmente gli Elite Men partono alle 14:00, le gare.

Le gare sono suddivise in 3 categorie.

Junior, Elite Women e Elite Men.

Biciclette[modifica | modifica wikitesto]

Le biciclette da Downhill sono Bi-ammortizzate (Full). Hanno un ammortizzatore anteriore generalmente da 200mm e uno posteriore in cui la corsa completa varia da 200mm a 240mm. Le ruote sono da 27.5 pollici ma si utilizzano anche quelle da 29", con larghezza tra i 2.40 e i 2.70. Prevale l'uso della mousse. Il telaio è in carbonio e può pesare fino a 5 kg. Freni molto potenti con dischi da 200mm e pinze anche a 4 pistoncini. Le marce sono relativamente lunghe e con un massimo di 7x1. Per maggiore stabilità il manubrio si aggira dai 780mm ai 800mm di larghezza.

Esistono varie geometrie per il telaio. Quella più utilizzata è il 4Bar, tra le marche migliori che lo utilizzano ricordiamo Trek, Yeti, Ns BIkes, Giant...

Ci sono altri modelli come la Demo 8 della Specialized che ha un sistema brevettato a previo abbandono per senso longitudinale all'asse della bicicletta.

Esistono geometrie a snodo usate anche da Commencal e Scott che grazie ad un sistema di leve ammortizzano ad un buon livello. Poi ci sono altre marche come YT, Santa Cruz che tuttora stanno aggiornando i loro modelli.

Percorsi[modifica | modifica wikitesto]

Normalmente nei boschi, i percorsi da downhill variano tra i 2 e i 5 chilometri e si differenziano in quelli convenzionali e i "Flow". I primi sono i classici percorsi che si trovano comunemente dove viene gestito dagli stessi atleti amatoriali. I secondi si trovano normalmente nei Bike Park e sono gestiti direttamente da un'azienda grazie a macchinari e squadre specializzate.

In una gara il percorso è polivalente passando da un tratto tecnico ad uno molto veloce. Chiaro esempio Leogang (Austria) dove nella seconda parte diventa molto tecnico.

Delimitato da fettucce presenta lo stesso un rischio anche per gli spettatori, per questo viene sempre imposta una distanza di sicurezza.