Domenico Crocco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Domenico Crocco

Domenico Crocco (Bari, 16 giugno 1962) è un dirigente pubblico e scrittore italiano.

Commendatore della Repubblica Italiana con nomina del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è Primo Delegato e Segretario Generale per l'Italia dell'Associazione mondiale della strada (World Road Association [1]) e dirigente responsabile dei rapporti internazionali di Anas S.p.A. È stato direttore generale e capo dipartimento al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.[2] È autore di numerosi volumi tecnici e di varie biografie nonché direttore di collana per Utet.[3] È stato incaricato di redigere le voci Strade, Autostrade e Smart Road per il Digesto, l’Enciclopedia del diritto di UTET. È iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti.[4][senza fonte]

Docente a contratto nel corso di diritto amministrativo della Università LUISS Guido Carli. Docente a contratto all'Università europea di Roma UER Academy [5]. Fa parte della Platform UE per l’implementazione della guida autonoma degli autoveicoli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi presso l'Università di Bari con 110 e lode e pubblicazione della tesi, dopo numerose esperienze pubblicistiche e di insegnamento, nel 1994 è stato consulente della Presidenza del Consiglio. Dal 1996 al 2001 ha lavorato nell'Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati, elaborando numerose proposte legislative. Dal 2001 ha lavorato al Ministero Infrastrutture come direttore generale della Regolazione dei Contratti pubblici, quindi come direttore generale delle infrastrutture stradali, infine (dal gennaio 2009 al maggio 2013) come capo del dipartimento infrastrutture. Ha rappresentato l'Italia in numerose commissioni intergovernative internazionali. Ha presieduto la Cabina di Regia del Piano Città [6][7], dedicato alla rigenerazione dei quartieri degradati. È presidente del consiglio di amministrazione della Fondazione ALI, dedicata alla promozione dell'eccellenza italiana ed internazionale. È direttore della rivista telematica “Officina Italia” [8], che rappresenta quotidianamente le best practices in Italia e nel mondo. Ha diretto, dal 1996 al 2001, la rivista mensile “Millennio” ed altri periodici. È docente al master del Sole 24 ore sugli appalti.

Nel campo della scrittura, ha esordito con due biografie editate nel 2001: una dedicata a Padre Pio (Padre Pio come Gesù[9]), che sulla base di documenti anche inediti ricostruisce, con rigore scientifico, la vita del Frate di Pietrelcina, e una a Giuseppe Tatarella[10]. È la biografia ufficiale del politico pugliese, intitolata “Pinuccio. Vita di Giuseppe Tatarella” scritta su incarico della sua stessa famiglia, presentata a Roma da Bruno Vespa e, tra gli altri, dall’attuale presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Sempre a Tatarella ha dedicato lo scritto biografico Il Ministro dell’Armonia[11], edito in un volume collettaneo dalla Camera dei Deputati.

In seguito, su incarico del Comitato scientifico del Centro studi Araldo di Crollalanza[12], presieduto dal prof. Giuseppe Parlato, è stato incaricato di scrivere la biografia ufficiale del senatore Araldo di Crollalanza. Ad Araldo di Crollalanza aveva già dedicato un capitolo biografico[13] in un volume di AA.VV. edito da Mario Adda ed alcuni articoli sulla “Gazzetta del Mezzogiorno” di cui è editorialista. Ha collaborato con la Direzione Esteri della RAI dal 1989 al 1996 curando la regia e i testi del programma, diffuso in tutto il mondo, “I grandi bambini”, dedicato ai profili biografici dei grandi Italiani ritratti nella loro infanzia.

Ha pubblicato articoli scientifici sulle riviste internazionali Routes Roads e Medic tradotti in numerose lingue.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • D. Crocco, Il ministro delle grandi opere che disse di no a Mussolini, Wolters Kluver CEDAM, 2017
  • D. Crocco, in Araldo di Crollalanza costruttore di futuro, Mario Adda Editore, Bari 2007
  • D. Crocco, Pinuccio. Vita di Giuseppe Tatarella, Edizioni del Roma, 2001
  • D. Crocco, Padre Pio come Gesù, EdiV2000, Roma 2001
  • D. Crocco, Il Ministro dell’Armonia, in Giuseppe Tatarella: le parole dell’azione (a cura di Angiola Filipponio Tatarella), Camera dei Deputati, Roma 2009
  • D. Crocco, Il codice dei contratti pubblici, DEI, 2006
  • D. Crocco, Le nuove compensazioni sui costi dei materiali, DEI, 2006
  • D. Crocco, Introduzione al codice dei contratti pubblici, in Procedure per le opere pubbliche, UTET, 2007
  • D. Crocco, Adeguamento del prezzo contrattuale, in Procedure per le opere pubbliche, UTET, 2007
  • D. Crocco, Introduzione al codice dei contratti pubblici, in Codice dei contratti pubblici, UTET, 2007
  • D. Crocco, Adeguamento del prezzo contrattuale, in Codice dei contratti pubblici, UTET, 2007
  • D. Crocco (a cura di), Leasing in costruendo, UTET, 2009
  • D. Crocco, in Codice dell'appalto pubblico, Giuffrè, 2011
  • D. Crocco, Introduzione al vademecum Leasing in costruendo, ASSILEA, 2011
  • D. Crocco, Il leasing finanziario per lo sviluppo delle opere pubbliche, in Economia e Management, SDA BOCCONI, 2011
  • D. Crocco (a cura di), Commento al nuovo regolamento del codice dei contratti pubblici, UTET, 2011
  • D. Crocco, Nuovo regolamento di esecuzione del Codice dei contratti pubblici, DEI, 2011
  • D. Crocco, Se la rigenerazione urbana è motore di sviluppo, in Ipotesi per una prospettiva di sviluppo competitiva e sostenibile, MIT, 2012
  • D. Crocco, C.Contessa, Appalti e concessioni: le nuove direttive europee, DEI, 2015
  • D. Crocco, F. Mattei, Guida alle norme sulle infrastrutture stradali, DEI 2015
  • D. Crocco, C. Contessa, Codice degli appalti pubblici e delle concessioni commentato, Dei, Roma 2016
  • D. Crocco (coordinated by), Public Private Partnerships: The PPP Guide, Milano 2018, Wolters Kluwer
  • D. Crocco (a cura di), Guida autonoma e Smart Road, DEI, Roma 2019
  • C. Palumbo Crocco e Domenico Crocco, Smart Procurement, Rubbettino 2020

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana
— 27 dicembre 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Association Internationale Permanente Des Congres de la Route - Copia archiviata, su aipcr.it. URL consultato il 6 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  2. ^ GURI 104 del 6/5/2010 - http://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2010/05/06/104/sg/pdf
  3. ^ Il Ministro delle grandi opere che disse di no a Mussolini - http://www.archiviostorico.info/libri-e-riviste/8687-il-ministro-delle-grandi-opere-che-disse-di-no-a-mussolini
  4. ^ Ordine dei Giornalisti - https://www.odg.it/elenco-iscritti
  5. ^ Università Europea di Roma - https://www.universitaeuropeadiroma.it/academy/corso/smart-procurement-pps-project-finance
  6. ^ Cabina di Regia del Piano Città - http://www.ediliziaeterritorio.ilsole24ore.com/art/citta/2012-11-27/piano-citta-crocco-travolti-215210.php?uuid=AbplX16G
  7. ^ Piano città - https://www.rinnovabili.it/greenbuilding/piano-citta-il-mit-avvia-lesame-delle-prima-proposte/
  8. ^ Officina Italia, la voce della foresta che cresce - http://www.officinaitalia.it
  9. ^ Padre Pio come Gesù - Padre Pio come Gesù (PDF), su officinaitalia.it.
  10. ^ Vita di Giuseppe Tatarella - http://www.fondazionegiuseppetatarella.it/wp-content/biblioteca/librisu/pinucciovitadi/pinucciovitadi.pdf
  11. ^ Giuseppe Tatarella, le parole dell'azione - http://www.fondazionegiuseppetatarella.it/wp-content/biblioteca/librisu/leparoledellazione/leparoledellazione.pdf
  12. ^ Centro studi Araldo di Crollalanza - https://www.facebook.com/Centro-Studi-Araldo-DI-Crollalanza-1543094775953831/
  13. ^ Araldo Crollalanza, costruttore di futuro - Copia archiviata (PDF), su officinaitalia.it. URL consultato il 10 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie