Doa Aly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Doa Aly (Il Cairo, 1976) è un'artista egiziana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 si diploma in Pittura alla Facoltà di Belle Arti de Il Cairo. Il suo percorso accademico la porta a sviluppare un interesse per il corpo e il movimento. Il suo lavoro esamina le differenze tra sé stessi e l'immagine proiettata, la costante lotta del “divenire” che trova espressione nel movimento. (EN) [1] Altre fonti d'ispirazione per Aly sono lo studio dell'anatomia umana e il filone delle performance come danza, acrobazie circensi e moda.

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

Mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

  • 2004”Grey matter”, Townhouse Gallery, Il Cairo, Egitto
  • 2003 “Puppet fashion show”, Townhouse Gallery, Il Cairo, Egitto
  • 2002 “Pixels series”, Mashrabia Gallery, Il Cairo, Egitto

Mostre collettive[modifica | modifica wikitesto]

  • ”Port City”, Arnolfini Museum, Bristol, Inghilterra
  • 2009 Biennale di Istanbul a cura di WHW
  • 2007 ”Recognise”, Contemporary Art Platform, Londra, Inghilterra
  • 2007 7th Dakar Biennial, Senegal
  • 2007 “Dessins Projets”, l'Appartement 22, Rabat, Morocco
  • 2007 ”The Maghreb Connection”, Centre d'Art Contemporain Genève, Svizzera
  • 2007 “In Focus”, Tate Modern, Londra, Inghilterra
  • 2006 7th Dakar Biennial, Senegal
  • 2006 “Snap Judgements” a cura di Okwui Enwezor all' International Center of Photography di New York, Stati Uniti
  • 2003 “Body” a cura di Aleya Hamza e Khaled Hafez, American University, Il Cairo, Egitto
  • 1999-2001 Nitaq Festival

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN233029923
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie