Django Bates

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Django Bates
Django Bates.jpg
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Genere Jazz
Periodo di attività 1983 – in attività
Strumento tastiere, corno tenore, tromba
Sito web

Django Bates nome completo Leon Django Bates (Beckenham, 2 ottobre 1960) è un musicista inglese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Strumentista poliedrico e compositore essenzialmente autodidatta, si mise in luce nei primi anni Ottanta nei complessi di Tim Whitehead e soprattutto Zila di Dudu Pukwana. Membro fondatore dell'orchestra cooperativa Loose Tubes (1983-1990), che comprendeva anche Steve e Julian Argüelles, Iain Ballamy e Steve Berry, cominciò lì a mostrare le sue originali qualità di compositore e arrangiatore, oltre che di virtuoso multistrumentista.
Dopo aver collaborato con Bill Bruford e Ken Stubbs, la sua attività si è divisa fra la conduzione di piccoli gruppi a organico variabile (dal duo al quintetto) sotto l'egida costante di Human Chain, comprendenti attualmente il saxofonista Iain Ballamy, il bassista Michael Mondesir, il batterista Martin France e la cantante Josefine Lindstrand e con cui ha compiuto tournée in tutto il mondo; la direzione dell'orchestra Delightful Precipice, al cui nucleo è Human Chain; commissioni compositive per le più diverse situazioni musicali, dal teatro al cinema al circo alle stagioni sinfoniche; collaborazioni con musicisti europei e statunitensi e occasionali esibizioni come solista di pianoforte.
Nel 1997 è stato insignito in Danimarca del premio Jazzpar.
Nel 2004 è stato Direttore artistico del festival musicale londinese FuseLeeds.
Dal 2005 insegna al Conservatorio di Musica Ritmica di Copenaghen.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Come leader:[modifica | modifica wikitesto]

  • Human Chain (1986)
  • Cashin' In (EG, 1988) with Human Chain
  • Music for The Third Policeman (Ah Um, 1990)
  • Summer Fruits (and Unrest) (JMT, 1993)
  • Autumn Fires (and Green Shoots) (JMT, 1994)
  • Winter Truce (and Homes Blaze) (JMT, 1995)
  • Good Evening...Here is the News (1995)
  • Like Life (1997)
  • Quiet Nights (1998)
  • You Live and Learn...(Apparently) (2004)
  • Spring is Here (Shall we Dance?) (2008)
  • Beloved Bird (2010)
  • Confirmation (2012)

Come sideman[modifica | modifica wikitesto]

Con Loose Tubes

  • Loose Tubes (1985)
  • Delightful Precipice (1986)
  • Open Letter (1988)
  • Dancing On Frith Street (live 1990) (2010)
  • Säd Afrika (recorded live 1990) (2012)

Con Billy Jenkins

  • Greenwich (1985)
  • Uncommerciality Vol 1 (1986)
  • Scratches of Spain (1987)

Con First House

  • Erendira (1985)
  • Cantilena (1989)

Con Bill Bruford's Earthworks

  • Earthworks (1987)
  • Dig? (1989)
  • All Heaven Broke Loose (1991)
  • Stamping Ground (1994)
  • Heavenly Bodies (1997)

Con Iain Ballamy

  • Balloon Man (1989)
  • All Men Amen (1995)

Con Sidsel Endresen

  • So I Write (1990)
  • Exile (1993)

Con Julian Argüelles

  • Skull View (1997)
  • Escapade (1999)

Vari

  • Dudu Pukwana – Life in Bracknell and Willisau (1983)
  • Tim Whitehead’s Borderline – English People (1983)
  • Dudu Pukwana – Zila '86 (1986)
  • Social Systems – Research (1987)
  • The Dedication Orchestra – Spirits Rejoice (1992)
  • Hank Roberts – Little Motor People (JMT, 1993)
  • Tim Berne's Caos Totale – Nice View (JMT, 1994)
  • Christy Doran – Play the music of Jimi Hendrix (1994)
  • Harry Beckett – D.B. piano in: 'Les Jardins du Casino' – Les Jardins du Casino (1995), Maxine (2010)
  • Bendik Hofseth – Colours (1997)
  • Søren Nørbo Trio – Debates (2005)
  • Marius Neset – Golden XPlosion (2011)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN5116886 · LCCN: (ENn94070941 · ISNI: (EN0000 0000 5513 1084 · GND: (DE134654854 · BNF: (FRcb13891227n (data)