Discussione:Orecchio assoluto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
GClef.svgMusica
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)
Crystal Clear action bookmark-crossed.svgIn data 7 novembre 2005 la voce Orecchio assoluto è stata proposta per la vetrina senza successo.
Consulta la pagina della votazione per eventuali pareri e suggerimenti.

Attendibilità degli studi[modifica wikitesto]

L'attendibilità degli studi scientifici citati è fortemente dubbia. Inoltre, le presunte difficoltà provocate dall'o.a. sono tutte da dimostrare.

Beh, non c'è nessun problema, modifica, aggiungi altre opinioni, senza credere che quello che vedi sia verità assoluta, e senza pensare che quello che aggiungi o cambi sia verità assoluta. L'avviso di NNPOV mi sembra francamente esagerato :-) don Paolo - dimmi che te ne pare 14:42, Mag 30, 2005 (CEST)

quello che non capisco è come l'orecchio si possa definire "assoluto" quando in musica di assoluto non c'è nemmeno il diapason; a mio parere l'orecchio migliore può essere definito un "ottimo relativo", perché qualsiasi nota è relativa a un sistema di riferimento basato comunque su parametri ratificati dall'uomo stesso; che come minimo un orecchio così speciale dovrebbe riconoscere un do# da un reb, e la vedo davvero difficile... --Savonese (msg) 21:13, 20 gen 2014 (CET)[rispondi]

Proprio per questo la voce è stata modificata, 'ammorbidendo' le facoltà attribuite in precedenza ai possessori del cosiddetto orecchio assoluto (come si legge nel paragrafo Difficoltà correlate all'orecchio assoluto). Elimino, invece, la richiesta di fonti nel paragrafo iniziale, aggiungendo che ogni musicista professionista è in grado di assolvere le caratteristiche elencate (altrimenti è solo uno che si spaccia come tale!). --Antonella (msg) 15:23, 21 gen 2014 (CET)[rispondi]

a essere sincero (sono un accordatore di pianoforti da oltre trent'anni) non concordo nemmeno sulle caratteristiche indicate come imprescindibili per essere un musicista; musicista è "chi fa musica" in numerose varianti anche molto semplici e non è detto, né richiesto, che egli abbia particolari capacità; conosco pochi musicisti in grado di accordare perfettamente uno strumento (e poi vorrei sapere chi si arroga il diritto di giudicare la perfezione eventuale), conosco cantanti bravissimi che non sanno riconoscere né la tonalità né gli accordi se non forse dopo averli attentamente studiati; musicisti sono anche i percussionisti che hanno altri tipi di talento (ritmico anziché armonico); l'argomento "professionisti" poi indica solo che ci si guadagna sopra, ma non attiene alla qualità né alla preparazione... mi pare che questi parametri siano scritti da qualcuno che non ha molta esperienza nell'ambiente musicale --Savonese (msg) 19:45, 22 gen 2014 (CET)[rispondi]

Caro Savonese, sono d'accordo con te che esistono molte persone che praticano la professione senza essere in grado di accordare, ad esempio, nemmeno la chitarra; inoltre, hai pescato proprio la categoria dei cantanti, ossia dei musicisti non strumentisti. I cantanti sono proprio una razza a parte e, almeno sino al vecchio ordinamento dei conservatori, avevano un curriculum di studi 'sui generis'. Come avevo scritto prima, la voce originaria di Wp era ancora peggio. Secondo me sarebbe da riscrivere, ma è difficile 'accordarsi' su alcuni concetti. Molti cantanti famosissimi (come mi insegni, famosissimo non vuol dire bravissimo, e viceversa), non sanno leggere nemmeno una nota sullo spartito, eppure hanno felicemente percorso una carriera miliardaria. È chiaro che, mancando questi requisiti, non sappiano nemmeno accordare. Sono quelli che Guido d'Arezzo chiamava 'bestie' («Musicorum et cantorum magna est distantia: Isti dicunt, illi sciunt, quae componit musica. Nam qui facit, quod non sapit, diffinitur bestia»). Questa sacrosanta osservazione di Guido vale ancora di più oggi, e non solo in musica. Vogliamo parlare di cultura in generale? Di politica? Di medicina? Visto che citi la differenza tra il Do# e il Reb, saprai anche che molti testi di studio ufficiali sostengono beatamente che il Do# sia più alto del Reb, peraltro senza specificare all'interno di quale temperamento! Tornando a noi: le insinuazioni sulle incapacità altrui non sono terreno di discussione in questo luogo; se vuoi contribuire alla pagina, sei il benvenuto. Se ti registri acquisisci i diritti dei membri della comunità. Ma puoi anche lavorare senza iscriverti; il guadagno è lo stesso: non soldi, ma soddisfazione pensando che, forse, si riesce a fare qualcosa di utile. A te la scelta. Buon lavoro nella vita reale e non. --Antonella (msg) 18:22, 23 gen 2014 (CET) P.S. Scusa, ovvio che sei iscritto. --Antonella (msg) 20:06, 23 gen 2014 (CET)[rispondi]

Direi che la discussione qui si incentra proprio sulle presunte "incapacità altrui" infatti di distingue fra musicisti degni o indegni di tale nome. Non era mia intenzione peraltro accusare chicchessia, ma semmai difendere dal giudizio drastico (addirittura "bestie") coloro che pur essendo musicisti a tutti gli effetti (FANNO musica piu ancora che parlarne) non presentano una casistica quale quella qui indicata come necessaria. Ripeto che se dei parametri vogliono essere tracciati, almeno secondo il mio punto di vista, quelli qui indicati sono arbitrarii e quantomeno insufficienti. --Savonese (msg) 11:46, 25 gen 2014 (CET)[rispondi]

aggiungere harold faltermeyer alla lista[modifica wikitesto]

nella pagina http://en.wikipedia.org/wiki/Harold_Faltermeyer dice che anche mr.harold aveva l'orecchio assoluto

La fonte non può essere la voce di Wikipedia in un'altra lingua (per giunta ritenuta controversa: vedi relativi avvisi nella pagina): si può aggiungere se si trova una fonte seria che lo sostenga, da citare in nota. MM (msg) 10:40, 29 giu 2010 (CEST)[rispondi]

Anche Violetta Villas

Presunta ereditarietà[modifica wikitesto]

Ho eliminato la frase "E' ereditato geneticamente e non è quindi legato a un intenso studio o allenamento all'ascolto." poichè: 1) Quanto si dice non è universalmente accettato, né è mai stato dimostrato; 2) Se ne parla già al paragrafo "Studi scientifici". Torus