Discussione:Mario Pittoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Presunte polemiche[modifica wikitesto]

Rimuovo la sezione relativa alle polemiche sul titolo di studio in quanto POV e pretestuose. Il titolo di studio è correttamente riportato, con fonte, nel template (e non si tocca!). La frase Molti si chiedono il perché di ciò anche alla luce del fatto che costui... è invece evidentemente POV, già dalla sua formulazione. L'unica fonte è un articolo di Repubblica, che resta pure molto vago al riguardo, limitandosi a sottolineare che non si è mai occupato di scuola; anche cercando in rete non si trovano altri quotidiani che riprendano la cosa, quindi la "polemica" consisterebbe in un unico articolo di giornale, nemmeno attinente.--Equoreo (msg) 19:04, 7 set 2018 (CEST)

Così come accaduto in altri casi simili (ho contribuito ad es. alla declinazione del profilo biografico di Valeria Fedeli e Luigi Di Maio, proprio rispetto al titolo di studio e al profilo formativo), la brevità della biografia attualmente disponibile non richiede una suddivisione fra titoli di studio e carriera politica. Wikipedia è una enciclopedia, non un CV e per le notizie c’è wikinotizie. La scelta di inserire la licenza media in una Sottosezione "studi" non è supportata dal profilo formativo del personaggio, in quanto non scaturisce dalla necessità enciclopedica di rappresentare un percorso accademico. È evidente che, in assenza di un percorso formarivo formale, nell’ambito della declinazione del profilo biografico del personaggio politico, si dovrà inevitabilmemre far riferimento anche al percorso non-formale, che si ricava dalle fonti. Bachicco (msg) 08:17, 11 set 2018 (CEST)
Si apportano modifiche per migliorare l’enciclopedicità della voce, anche con riferimento alle fonti, che rispetto al percorso formativo riferiscono di una scolarità conseguita successiva alla scuola dell’obbligo, seppure, a quanto pare, senza il conseguimento del titolo conclusivo per motivi legati ai moti studenteschi. Bachicco (msg) 17:05, 14 set 2018 (CEST)
Mi pare utile evidenziare, al fine di evitare POV, che la fonte relativa al titolo di studio sembra quella dell'amministrazione di Udine, come erroneamente indicato anche nella nota, ma in realtà si tratta del sito web indettaglio.it, quindi vi è un ingiusto rilievo di attendibilità. Peraltro, controllando la pagine che riporta i dati del consiglio comunale di Udine, si nota l'uso dell'espressine licenza media inferiore, licenza media superiore o titoli equipollenti che rende incerta l'informazione sulla scolarità, ciò anche considerando le informazioni giornalistiche discordanti, che riportano alternativamente: licenza media (con riferimento a quella "inferiore"), 5 anni di scuola media superiore (senza il conseguimento del titoli in un contesto di militanza nei moti studenteschi), licenza tecnico-professionale.Bachicco (msg) 14:38, 21 ott 2018 (CEST)

Riaggiunto Titolo di studio (elemento enciclopedico) - licenza media: Rimosso senza giustificazione. Inoltre è corredato da fonte e vi sono anche altre fonti autorevoli reperibili. Lo stesso Senatore lo ha confermato a L'Espresso. Isaicop (msg) 14:12, 16 nov 2018 (CET)

("Giustificazione"?) È stato spiegato nella Discussione:Mario Pittoni#Presunte polemiche, cui si rimanda per evitare ripetizioni (e confusione), avviata prima di modiche ed apporti alla voce (come le discussione sulle pagine di altri utenti che hanno collaborato).
E' stato evidenziato che la fonte (nuovamente riportata) sembra quella dell'amministrazione pubblica di Udine (ed era addirittura segnalata come tale), ma in realtà si tratta di un sito web turistico-commerciale (indettaglio.it), visto l’ingiusto rilievo di attendibilità viene eliminata (v.si altri dettagli sul contenuto della pagina riportati nella discussione).
Le informazioni giornalistiche sono discordanti, riportano alternativamente diverse dichiarazioni del politico (v.si i dettagli riportati nella discussione). La semplificazione del titolo giornalistico de "L'espresso", con tono polemico, è evidentemente NPOV proprio rispetto al contenuto dell'articolo stesso, che riporta solo il CV con l'omissione del titolo di studio (per la medesima notizia è stato riportato l'articolo: Pittoni, i dubbi di un currriculum per il ministero dell'Istruzione, in Repubblica.it, 16 marzo 2018).
La voce presenta l'informazione che il personaggio ha assolto l'obbligo scolastico, e non si tocca! La scelta di inserire la licenza media nel template non è supportata dal profilo formativo del personaggio (vedasi, ad esempio, altre voci, di altri personaggi politici, che non riportano il titolo di studio... in un contesto non polemico), in quanto non scaturisce dalla necessità, questa sì enciclopedica, di rappresentare un significativo percorso accademico o professionale e, sopratutto, la sintesi non è coerente con il percorso formativo (formale e non formale) che si evince da una lettura complessiva di più fonti (quinquennio scolastico, licenza tecnica). Bachicco (msg) 11:27, 18 nov 2018 (CET)
Avevo fatto interventi senza registrazioni, concordo sul fatto che il riferimento al titolo di studio nel sito turistico pubbliciatorio non ha alcuna attendibilità, sopratutto alla luce di diversi articoli giornalistici discordanti, che, pur riportando nel titolo "licenza media", riferiscono dettagli e dichiarazioni del senatore relativi ad una scolarità superiore e ad un titolo professionale. Per facilitare la lettura della discussione, riunisco i commenti sotto la sezione già esistente --Gramange (msg) 19:31, 18 nov 2018 (CET)

Presunti "procedimenti giudiziari"[modifica wikitesto]

In una voce cosi breve una sezione sui presunti "procedimenti giudiziari" appare NPOV, ancor più se propone, come in questo caso, un elenco, per apportare un unico punto di notizia... come se ci si aspettasse di completare la lista a breve. La notizia è da Wikinotizie, non da Wikipedia, in quanto riferisce semplicemente che un direttore di una testata d'informazione è rientrato in un accertamento concernente un possibile reato di terzi, vale a dire di chi pubblicava annunci d'incontri a scopo di lucro su diversi altri giornali (aspetto che, a quanto pare, non costituisce di per sé neanche un reato). Non è possibile, peraltro, poter intervenire per migliorare il PV in quanto non è noto l'esito dell'accertamento relativo alle eventuali responsabilità del direttore della rivista (che con ogni probabilità, fino a prova contraria, non ha commesso alcun reato), in quanto la fonte, un blog, riporta un unico articolo di un giornale locale dal tono moralistico. Si propone di valutare l'enciclopedicità del paragrafo, per migliorare con apporti di più PV o rimuovere l'eventuale "recentismo" di ritorno Bachicco (msg) 00:25, 15 set 2018 (CEST)

Come anticipato, dopo aver approfondito l’argomento, si provvede a rimuovere il “recentismo” evidentemente POV, circa i presunti accertamenti giudiziari del 2009, dai quali non è scaturito alcunché a carico del responsabile della rivista oggetto della voce. L'unica fonte è un blog, che riporta un unico articolo di giornale locale, che resta pure molto vago riguardo la vicenda, limitandosi, di fatto, a riportare una sola notizia (recentismo), che riguarda terzi, in completa assenza di informazioni circa gli esiti riferibili allo stesso responsabile della rivista e di altri punti di vista (oltretutto con un tono moralistico). Bachicco (msg) 08:17, 19 set 2018 (CEST)

Attività parlamentare[modifica wikitesto]

Ho riportato diverse note da utilizzare successivamente per un ampliamento della voce con l’attività parlamentare. Bachicco (msg) 22:59, 2 nov 2018 (CET)

I rif. alle note sono stati integrati nella voce.

Neutralità[modifica wikitesto]

[@ Equoreo], i rilievi relativi alla neutralità fanno riferimento a formulazioni che sono state riportate in revisioni di apporti dal senso offensivo, riportano (quasi pedissequamente) il contenuto di due articoli sul CV di Repubblica. Sono sicuramente suscettibili di miglioramenti, condivido il rischio di NPOV, ma andrebbero letti considerando lo sforzo di declinare il profilo biografico riportato in numerose pubblicazioni degne di note (del settore scolastico e non, tutte in "nota"), peraltro alcune dal senso anche critico, quindi assolutamente non celebrativo. Ad as. "capacità di destreggiarsi con perizia..." è riportato in "Pittoni, i dubbi di un currriculum per il ministero dell'Istruzione" de "la Repubblica.it", ed è stato riportato da diverse altre testata. Quanto all'espressione "Convinto dell'importanza fondamentale di continuare a imparare...", è la sistematica premessa che usa il senatore per l'impegno nelle politiche di "valorizzazione delle attività intraprese dalle persone in modo formale, non formale, informale", presentando diversi emendamenti e proposte di legge in adesione alla normativa di riferimento europeo. Non si tratta di "locuzioni fumose e evasive", ma un riferimento al sistema di formazione europeo, a cui l'italia sta adeguando da almeno un ventennio la propria normativa scolastica, e al campo di interesse del politico (uno dei pochi ad occuparsi della "valorizzazione", si chiama proprio così dal punto di vista normativo, della formazione non formale e informale, se questo tema è trattato senza considerare il sistema educativo di riferimento si rischia di non cogliere il percorso professionale che emerge dalle fonti, che è degno di essere riportato al pari di altri percorsi formali). Ti chiedo un chiarimento [@ Equoreo], per altri aspetti, come "svolge il mandato elettivo presso il consiglio comunale di Udine" (vi è la fonte, e tuttora consigliere comunale) e l'uso improprio del template "Carica pubblica". Ci siamo incontrati in altre voci non legate alla politica, ed ho contribuito a diverse voci con apporti che apparirebbero peraltro contrari all'ideologia politica della Lega, pertanto chiarisco, se fosse utile ad altri futuri utenti, il mio approccio apolitico e apartitico. Mi occupo della voce di Mario Pittoni, così come è capitato con voci legate a personaggi politici come Valeria Fedeli e Luigi Di Maio, principalmente per il mio campo di interesse legato alla formazione e alle professioni (non è la prima volta che rilevo, in voci come queste, informazioni assolutamente non corrette, evidentemente NPOV, sull'ordinamento di studio e professionale italiano. In Valeria Fedeli si faceva passare il messaggio che i vecchi titoli professioni di assistente sociali siano privi di valore legale, qui c'è un problema sul sistema di formazioni non formale di cui il politico si è, di fatto, fatto portavoce, anche in considerazione del suo percorso lavorativo). Bachicco (msg) 12:55, 19 nov 2018 (CET)

Non entro nel merito, ma per cortesia non modificare101072295 i commenti altrui. Nemmeno i tuoi possibilmente, al massimo barrali (i tuoi). Ciao. --Titore (msg) 13:13, 19 nov 2018 (CET)
[@ Titore] Noto ora dalla cronologia, è stata sistemata la discussione, accorpando i contenuti nella sezione tematica aperta, anche da un altro utente, ed io, con lo stesso intento, ho in effetti fatto copia-incolla, tagliano-incollando (nel mio testo un passaggio di un utente) per errore... grazie per la segnalazione (le mie revisioni, quasi contestuali alla pubblicazione, sono dovute al fatto che ho usato uno smartphone con qualche difficoltà di formattatone). Bachicco (msg) 14:28, 19 nov 2018 (CET)
[@ Bachicco] Ti do atto di aver rivisto le versioni precedenti che avevano un POV offensivo, e la cosa è sicuramente meritoria; il problema è che siamo passati all'estremo opposto (dici di non averlo fatto per appartenenza politica, e io ti credo, ma questo non vuol dire che la voce sia neutrale, solo che non te ne sei accorto). Lo stile deve essere asciutto, altrimenti scivolare verso l'agiografia o la denigrazione è facilissimo! Quindi:
  • invece di "svolge il mandato elettivo presso il consiglio comunale di Udine" (che uno poi si chiede quale mandato elettivo...) si scriva "È consigliere comunale a Udine";
  • se uno scrive "valorizzazione delle attività intraprese dalle persone in modo formale, non formale, informale" io penso che o sia un venditore di fumo o mi stia prendendo in giro, indipendentemente dal fatto che tale locuzione sia utilizzata in atti ufficiali (notoriamente scritti in burocratese); si scriva "iniziative legislative volte a valorizzare percorsi formativi extrascolastici" e si parli di "professioni non regolamentate";
  • il fatto che Pittoni premetta ogni volta "Convinto dell'importanza fondamentale di continuare a imparare...", non vuol dire che dobbiamo riportarlo anche noi. Non aggiunge nulla al profilo del personaggio e non è detto che sia vero: lo dice lui, ma noi non siamo il suo ufficio stampa;
  • Il fatto che Repubblica scriva "è capace di destreggiarsi con perizia..." non rende la frase meno celebrativa: si scriva piuttosto "Gli è riconosciuta un'ampia esperienza nell'ambito dell'amministrazione scolastica".
Per quanto riguarda il {{Carica pubblica}}: nè la presidenza della Lega Friuli, nè l'incarico di responsabile istruzione del partito sono cariche pubbliche; rilevanti sì, quindi possono essere messe nel testo, ma non pubbliche. E non mi si dica che va bene così perchè altri politici hanno informazioni simili nel template: se altri le hanno vanno cancellate anche dalle loro voci, non aggiunte a pioggia. Fammi sapere--Equoreo (msg) 14:59, 19 nov 2018 (CET)
[@ Equoreo], condivido il tuo PV, di conseguenza cerco di migliorare la voce tenendo conto dei passaggi che hai evidenziato. Grazie per la segnalazione sul {{Carica pubblica}}, è talmente diffuso l'uso di inserire anche gli incarichi di partito che lo ignoravo. Bachicco (msg) 15:24, 19 nov 2018 (CET)
Per quanto attiene alle "professioni non regolamentate", segnalo che la normativa europea sulla formazione non formale, declinata in Italia in diversi istituti, riguarda anche le professioni regolamentate, ad es. in apprendistato è possibile diventare giornalista come elettricista o estetista. Non sono fumosi i percorsi non formali di formazione professionali, sono solo scarsamente noti, dunque non valorizzati. Sul passaggio "Convinto dell'importanza fondamentale di continuare a imparare..." (non è detto che sia vero: lo dice lui, ma noi non siamo il suo ufficio stampa), mi preme aggiungere che si può anche promuovere la competenza di cittadinanza dell’apprendimento permanente, senza poi praticarla. Avevo riportato il passaggio, ripreso da diverse fonti, solo perché era mio intento dare rilievo al contesto di interesse per le politiche di lifelong learning. Bachicco (msg) 15:40, 19 nov 2018 (CET)
Ho apportato modifiche per semplificare alcuni passaggi, includendo suggerimenti e rimuovendo anche gli incarichi di partito da {{Carica pubblica}}. Fammi sapere [@ Equoreo] rispetto al POV. Bachicco (msg) 16:23, 19 nov 2018 (CET)

[ Rientro][@ Bachicco] Decisamente meglio! Ho riformulato qualcosa e asciugato ancora un po':

  • la parte sul "confronto non istituzionale" non mi è per nulla chiara e va riformulata (evitando burocratese e sindacalese), nel caso aggiungendo qualche dettaglio;
  • Ho spostato la parte su Udine: fare il consigliere comunale non rientra fra i ruoli politici della Lega;
  • Non si mettono interlink nel testo;
  • Di nuovo burocratese fra ordini del giorno, emendamenti... Ha ottenuto le modifiche e tanto basta: che sia per decreto, ODG, emendamenti è un tecnicismo irrilievante dal punto di vista enciclopedico;
  • La CRUI dice che da anni sosteneva l'abbandono della spesa storica, per poi lanciarsi in una serie di lamentele; quel comunicato non appoggia gli ODG di Pittoni, o comunque non lo fa esplicitamente.
  • Le questioni delle difficoltà sui fondi è per lo più una bega locale: non è rilevante.

Sulla questione dell'"apprendimento non formale": io non voglio sminuire l'apprendistato o qualunque cosa tu intenda per "formazione non formale". Quello che mi lascia perplesso è l'uso di locuzioni burocratiche e poco chiare: meglio una forma chiara e meno "corretta" che usare termini ufficiali che però non fanno altro che confondere le idee a chi legge.--Equoreo (msg) 21:55, 19 nov 2018 (CET)

[@ Equoreo], grazie per l'aiuto, molto meglio... quel che mi premeva era correggere alcune allusioni dispregiative rispetto alla formazione non formale, sulle quali eri già intervenuto sin dall'inizio. Per chiarezza sulle fonti, a memoria riporto che la questione della CRUI è stata rilevata dalle audizioni presso le commissioni, oltre che dal comunicato stampa emesso il giorno dopo l'approvazione dell'emendamento sulla riforma del finanziamento agli atenei (risulta da un articolo di OS che l'emendamento recepiva un appello della CRUI). Quanto al localismo, mi pare significativo il tentativo di far applicare la normativa nazionale a livello locale, dal caso di "Udine" è scaturita una direttiva applicativa del MIUR con risvolti nazionali. Vedrò di riformulare il passaggio poco chiaro, sulla base delle tue indicazioni in un precedente intervento. Ti auguro una buona giornata! Bachicco (msg) 09:04, 20 nov 2018 (CET)
[@ Bachicco] Grazie a te! Sulla CRUI, io mi sono basato sul comunicato che avevi messo come fonte; se l'emendamento recepisce le indicazioni CRUI e c'è una fonte, inseriscilo pure. Buona giornata anche a te!--Equoreo (msg) 10:02, 20 nov 2018 (CET)