Discussione:Atomizzatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Atomizzatore o nebulizzatore?[modifica wikitesto]

Lo spray dry non può essere tradotto come atomizzatore. Lo spray dry serve per far evaporare a basse temperature una miscela dalla quale si separa il soluto dal solvente ottenendo così una polvere secca, la separazione in questo caso è solo fisica. L'atomizzatore è un sistema che trasforma chimicamente qualsiasi molecola in atomi, perdendo qualsiasi caratteristica posseduta in origine dal materiale. I processi di atomizzazione avvengono solitamente ad alte temperature, alcuni esempi di sistemi di atomizzazione sono i fornetti di grafite, i sistemi a fiamma o al plasma utilizzati negli spettrofotometri di assorbimento atomico (AAS) e negli strumenti al plasma accoppiato induttivamente (ICP). Io consiglierei di modificare la traduzione di spray dry con nebulizzatore.

Grazie per la segnalazione. In effetti non si producono atomi, ma cercando su Google ho l'impressione che il termine "atomizzatore" sia molto spesso utilizzato per indicare lo spray-dryer (sebbene in maniera impropria).
Ho segnalato comunque la discussione al Progetto:Ingegneria e al Progetto:Scienza e tecnica, in modo che altri esperti possano partecipare alla discussione. --Aushulz (msg) 15:14, 8 gen 2012 (CET)
Giungo qui dal progetto ingegneria e premetto che sono ingegnere ma per la mia specializzazione non ho nulla a che fare con gli "spray dray". Comunque il mio parere è che la radice di "atomizzatore" è chiara e dal punto di vista tecnico, per quello che ci è stato spiegato dall'utente che non si è firmato, non ha niente a che fare con uno "spray dry". Mi pare che la traduzione con "nebulizzatore" sia molto più opportuna. Comunque, in realtà, siccome lo "spray dry" non sarebbe un comune "nebulizzatore" che ne dite di tradurlo con "nebulizzatore a secco"? Il fatto che in giro venga spesso impropriamente chiamato "atomizzatore" non mi sembra un buon motivo per chiamarlo così anche su Wikipedia. Al massimo si potrebbe segnare questa tendenza sbagliata all'interno della voce ma non mi pare pensabile che un'enciclopedia utilizzi un termine improprio per riferirsi a qualcosa.
--Trismitril (msg) 00:55, 14 feb 2013 (CET)
Purtroppo devo smentirti: su Wikipedia dobbiamo attenerci alle fonti, e siccome a quanto tale apparecchiatura viene chiamata ovunque "atomizzatore" (anche se impropriamente), non possiamo fare altrimenti. Però possiamo inserire una nota in cui spiegare che il termine sebbene sia utilizzato comunemente è improprio.
Nel caso ti possa interessare, ti segnalo che da un po' di tempo a questa parte sto creando su wikibooks questa pagina: Errori, improprietà e ambiguità nel linguaggio tecnico e scientifico, dove ho inserito anche il termine "atomizzatore". --Daniele Pugliesi (msg) 01:26, 14 feb 2013 (CET)
Ma con "ovunque" intendi testi universitari, altre enciclopedie ecc.? O intendi nell'"ignoranza comune"?
--Trismitril (msg) 10:57, 14 feb 2013 (CET)
Comunque complimenti per la pagina che hai creato, è un lavoro molto utile!
--Trismitril (msg) 11:05, 14 feb 2013 (CET)
Ragazzi, ho fatto una breve ricerca e mi pare che "atomizzatore", "nebulizzatore" e "spray dry" siano addirittura tre dispositivi differenti...argomento la mia tesi:
1.Se su google immagini cerchiamo "atomizzatore" (qui) ci vengono fuori una serie di macchine agricole e nessuno schema del dispositivo noto come "spray dry".
2.Se su google immagini cerchiamo "spray dry" (qui) ci viene fuori lo schema del dispositivo descritto dall'utente non firmato, dei dispositivi industriali che hanno la forma degli schemi disegnati e....nessun macchinario agricolo.
3.Da questa fonte qui poi, che mi sembra molto attendibile, leggo che con "atomizzatore" e "diffusore" si denotano due macchine agricole che differiscono sostanzialmente per il metodo di fuoriuscita di tutta la soluzione e attenzione....di tutta la soluzione!
4.Dalla descrizione della wikipedia inglese lo "spray dry" separa soluto e solvente e non fa fuoriuscire tutto come fanno questi macchinari agricoli. Se inoltre date un'occhiata allo schema di funzionamento presentato nel documento del link del punto 3 vi accorgerete che quei macchinari differiscono sostanzialmente con lo schema di funzionamento dello "spray dry" presentato sulla wikipedia inglese o velocemente descritto dall'utente non firmato.
In sintesi: mi pare che ci sia un'imprecisione di denominazione all'interno delle macchine agricole quando usano il termine "atomizzatore" ma mi pare anche che con "spray dry" si denoti un dispositivo industriale che non è assolutamente l'"atomizzatore" o il "nebulizzatore" utilizzato nell'agricoltura.
Ripropongo la mia traduzione con "nebulizzatore a secco" e propongo anche di creare due voci per questi macchinari agricoli (con eventuali disambiguazioni). Il problema della nomenclatura imprecisa rimarrebbe comunque ma si andrebbe a spostare sul settore agricolo.
--Trismitril (msg) 11:35, 14 feb 2013 (CET)
Mi sa che non sono stato chiaro: non sta a noi creare nuovi termini, dobbiamo utilizzare quelli già esistenti. Quindi sono assolutamente contrario con la "traduzione" "nebulizzatore a secco", che più che una traduzione mi sembra una tua invenzione, in quanto che io sappia non esiste tale termine nella letteratura scientifica. Spesso capita che qualche termine specialistico sia utilizzato dagli addetti del settore in inglese e non esiste un corrispondente italiano: in questi casi, non siamo autorizzati a inventarci traduzioni, dobbiamo invece utilizzare il termine inglese, che è quello comunemente utilizzato.
Cercando su Google "atomizzatore" ti escono fuori le macchine agricole perché in proporzione i siti che parlano di atomizzatori agricoli sono gran lunga più numerosi di quelli che parlano di atomizzatori industriali; infatti se cerchi "atomizzatore ingegneria" vedrai che sono presenti anche siti con il secondo significato.
Il discorso del soluto e del solvente è parecchio traballante: infatti i termini "nebulizzatore" e "atomizzatore" si riferiscono semplicemente al fatto che all'interno dell'apparecchiatura (che può essere agricola, industriale o una semplice bottiglia di profumo) si trova un ugello che nebulizza un liquido, formando un aerosol.
Lo "spray dryer" invece è l'apparecchiatura descritta in questa voce e possiamo pensare che sia un nebulizzatore/atomizzatore che svolge una particolare operazione unitaria.
Se vuoi dare un contributo fattivo alla discussione, ti invito a usare meno toni "sensazionalistici" e a svolgere le ricerche su internet in maniera più accurata, senza fermarti ad una "breve ricerca". Inoltre, trattandosi di argomenti tecnico-scientifici, piuttosto che cercare su Google (dove ti può spuntare la qualsiasi) è meglio svolgere una ricerca su Google Libri, che contiene fonti cartacee generalmente attendibili, con informazioni più accurate. --Daniele Pugliesi (msg) 17:26, 15 feb 2013 (CET)
Hai ragione, mi dimentico che questa è un'enciclopedia e quindi è un'istantanea sull'attuale livello di cultura ma anche di ignoranza. Mi ero un attimo perso l'obiettivo ed ho capito solo ora cosa intendevi veramente qualche post fa: non posso pretendere di dare un nome (per me) giusto ad un oggetto che è già stato nominato a maggioranza con un altro (anche se quest'altro nome è sbagliato) perchè non è scopo dell'enciclopedia definire il "nome che sarebbe stato corretto" ma è usare quello che sta usando la gente.
Grazie per aver avuto la pazienza di riportarmi su una linea d'azione corretta.
--Trismitril (msg) 00:09, 16 feb 2013 (CET)
Prego. In ogni caso attualmente c'è un ampio margine di miglioramento delle voci Atomizzatore, Atomizzatore agricolo e Nebulizzatore, per cui qualunque contributo è ben accetto (in particolare ampliamenti e inserimenti di fonti attendibili). --Daniele Pugliesi (msg) 03:13, 17 feb 2013 (CET)