Diga di Karakaya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diga di Karakaya
Karakaya dam-GAP.jpg
StatoTurchia Turchia
RegioneAnatolia Orientale
ProvinciaProvincia di Diyarbakır, Distretto di Çüngüş
FiumeEufrate
UsoEnergia - Irrigazione
Inaugurazione1987
TipoDiga ad arco-gravità
Superficie del bacino26800 ha
Volume del bacino9 580 milioni di
Altezza158 m
Capacità energetica1800 MW
Coordinate38°13′40″N 39°08′20″E / 38.227778°N 39.138889°E38.227778; 39.138889Coordinate: 38°13′40″N 39°08′20″E / 38.227778°N 39.138889°E38.227778; 39.138889
Mappa di localizzazione: Turchia
Diga di Karakaya

La diga di Karakaya è una delle 21 dighe del Progetto dell'Anatolia Sud-Orientale in Turchia: essa è costruita sul fiume Eufrate ed è stata completata nel 1987. La diga genera energia idroelettrica con sei unità da 300 MW, per una capacità installata complessiva di 1.800 MW.

Conflitto con Iraq e Siria[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume Eufrate è un'importante fonte d'acqua sia per la Siria che per l'Iraq, ed entrambi i paesi hanno espresso preoccupazione per il progetto di costruzione della diga di Karakaya. Un trattato garantiva un flusso d'acqua minimo di 500 m³ attraverso la diga.[1]

Reinsediamento involontario[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Terminski (2013), la costruzione della diga di Karakaya ha comportato un reinsediamento involontario di circa 30.000 persone.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Excursion Karakaya Dam Archiviato il 18 marzo 2010 in Internet Archive.
  2. ^ Bogumil Terminski, Development-Induced Displacement and Resettlement: Theoretical Frameworks and Current Challenges, Research Paper, Geneva

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]