Diatermia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il sistema diatermico in termodinamica, vedi Sistema adiabatico.
Avvertenza
Le pratiche descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.
Applicazione Capacitiva e Resistiva in Apparecchiatura di Diatermia

La diatermia è una pratica che ha delle proprietà curative per mezzo di un aumento della temperatura di alcune zone del corpo non superficiali. Il calore è indotto dal passaggio di corrente elettrica, per effetto Joule oppure con l'applicazione di ultrasuoni.[1] Il termine deriva dalle parole greche caldo e profondo.[2]. Parte della comunità scientifica tende ad essere scettica sui benefici di questa tecnica; la pratica ambulatoriale, invece, ne avvalora spesso l'utilizzo.

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i sostenitori del trattamento, la diatermia permetterebbe di risolvere il danno biologico di forme di patologia cronica caratterizzate da degenerazione e fibrosi. Il tessuto cicatriziale fibroso conseguente al danno biologico verrebbe rivascolarizzato attraverso l'aumento della temperatura interna fino a 41 °C, con il ripristino del metabolismo corretto tramite correnti di spostamento che producono tre tipo di effetti:

Apparecchio di Diatermia Uroginecologica non ablativo
  • termico: per effetto joule prodotto dalle correnti di spostamento, induce una endotermia profonda e omogeneamente diffusa scaldando in modo uniforme e mirato l'area interessata senza surriscaldare la parte esterna;[3]
Applicazione di diatermia con eletrodo intracavitario in Fisioterapia UroGinecologica
  • meccanico: aumentando la velocità di scorrimento dei fluidi, drena la stasi emolinfatica e tonifica le pareti vascolari.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Deep Heat: eMedicine Physical Medicine and Rehabilitation, Emedicine.com, 25 settembre 2008. URL consultato il 2 giugno 2009.
  2. ^ PT Articles, Medwriting.net. URL consultato il 2 giugno 2009.
  3. ^ A.W Guy, Lehmann, J.F.; Stonebridge, J.B., Therapeutic applications of electromagnetic power, 1974.
  4. ^ Page 777, section: Diathermy (Electrocautery) in: SRBs Manual of Surgery, Jaypee Brothers Medical Publishers (P) Ltd, 2007, ISBN 81-8061-847-1. [1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Erwin Schliephake, Behandlung rheumatischer Erkrankungen mit Ultra-Kurzwellen, Verlag Theodor Steinkopff, Dresda, 1938.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina