Defusing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il defusing (dall'inglese defuse, disinnescare) è un breve colloquio di gruppo, solitamente ma non sempre condotto da uno psicologo, che si tiene dopo un intervento operativo particolarmente critico o impegnativo condotto da membri di servizi di salvataggio, di soccorso o di cura, che si sono quindi trovati a vivere situazioni drammatiche od addirittura traumatiche (una tipologia particolare è la "demobilization" effettuata a termine intervento, che facilita la cesura tra il servizio svolto in emergenza, con tutti i suoi complessi vissuti, ed il ritorno alla "normalità quotidiana" degli operatori).

Come suggerisce la parola, l'obiettivo di questo intervento è cercare di iniziare a rielaborare brevemente e collettivamente il significato dell'evento, ed a ridurre l'impatto emotivo di un avvenimento potenzialmente traumatico.

Le persone che partecipano al colloquio di gruppo hanno occasione di parlare, in maniera non giudicante e in un contesto relazionale protetto, dei fatti inerenti all'intervento, dei propri pensieri e del proprio vissuto emotivo in relazione a quanto occorso. Nella pratica, il defusing è per certi aspetti una versione ridotta e modificata del debriefing, e permette di valutare se sia necessario un debriefing più strutturato.

I suoi obiettivi principali sono, prima di tutto, di raggiungere un livello d'informazione uniforme attorno all'intervento effettuato dai soccorritori; questo permette di co-costruire una prospettiva coerente e per certi aspetti più "oggettiva" dell'avvenimento, comprendendo quindi meglio le reazioni, le emozioni e le esperienze vissute da ognuno dei partecipanti.

Laddove svolto correttamente, può aiutare a diminuire o permettere di rimodulare l'intensità delle reazioni emotive inevitabilmente generate da un'esperienza difficile, e contribuisce a rinforzare la rete di supporto sociale delle persone che hanno condiviso ciò che si è vissuto in teatro operativo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Young, B. (et al.) (2002). L'Assistenza Psicologica nelle Emergenze, Erickson, Trento.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]