Deesis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La deesis o deisis (dal greco δέησις, "supplica", "intercessione") è un tema iconografico cristiano di matrice culturale bizantina, molto diffuso nel mondo ortodosso. La rappresentazione della deesis è spesso presente nel registro centrale delle iconostasi e può essere integrata dalle rappresentazioni degli arcangeli e di altri santi di importanza locale.

La composizione di Deesis si trova comunemente anche in Occidente, in particolare quelle parti d'Italia sotto l'influenza bizantina, ma anche nel resto d'Europa, un esempio ne è il Polittico dell'Agnello Mistico di Guanto. Fa spesso parte di una scena del Giudizio Universale. L'uso dell'immagine in Europa occidentale è diminuito lentamente nel Medioevo e non è mai comune come le forme occidentali di Cristo in Maestà.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Nella rappresentazione archetipica, in genere, si vede Cristo benedicente tra la Madonna e san Giovanni Battista (in alcune rappresentazioni sostituito da San Nicola o altri santi) in atto di preghiera e supplica per i peccatori. La presenza di Maria e Giovanni e di altre figure è una delle differenze con il Cristo occidentale in Maestà, dove i quattro evangelisti e/o i loro simboli sono più comunemente disposti in cerchio attorno al Cristo. Nelle rappresentazioni della Crocifissione di Gesù Cristo sulla croce è molto spesso affiancato ad un lato dalla Vergine, ma in questo caso all'altro lato si trova San Giovanni Evangelista e non da Giovanni Battista.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi esempi, è stato spesso collocato sul templon nelle chiese ortodosse o anche sopra le porte. Dopo lo sviluppo della piena iconostasi si venne a creare più spazio per una "Grande Deesis", così il numero di figure si espanse formando una file di immagini. Di solito questa riga è al di sopra del livello delle porte, e solitamente al di sotto della fila che raffigura le Dodici Grandi Feste o Dodekaorton. Il Cristo centrale è dunque sopra la porta principale dello schermo. Presto sette figure, di solito una per pannello, divennero standard, disposte in ordine di vicinanza a Cristo a partire dal centro: a sinistra (a destra di Cristo) Maria, Arcangelo Michele e San Pietro e a destra Giovanni Battista, Arcangelo Gabriele e San Paolo. Soprattutto negli esempi russi, spesso sono inclusi alcuni santi di significato locale secondo quanto lo consente lo spazio. La fila di Andrey Rublev per la Cattedrale della Dormizione a Vladimir era di 3,14 metri. [1] Nella tradizione greca gli apostoli hanno più probabilità di occupare i pannelli supplementari

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Arte Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Arte
  1. ^ Maria Cheremeteff a Leong, Albert ed., Il Millennio: Cristianesimo e Russia, D. 988-1988 ; p.110-8; 1990; St. Vladimir's Seminary Press; ISBN  0-88141-080-2