David Safier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Safier alla Fiera del Libro 2014 a Lipsia, in occasione del lancio del suo romanzo "28 Tage lang"

David Safier (Brema, 13 dicembre 1966) è uno scrittore tedesco.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha all'attivo 9 romanzi:

  • Berlin, Berlin - Froschkönige, 2004 (inedito in Italia, è tratto dalla serie TV Lolle; è scritto a quattro mani insieme a Uwe Heinelt. Il titolo sarebbe traducibile come "Re ranocchio")
  • L'orribile Karma della Formica, 2009 (2007, Mieses Karma - letteralmente "Karma negativo")
  • L'orribile Attesa del Giudizio Universale, 2010 (2008, Jesus Liebt Mich - letteralmente "Gesù mi ama")
  • Delirio di una Notte di Mezza Estate, 2011 (2010, Plötzlich Shakespeare - letteralmente "Improvvisamente Shakespeare")
  • La mia Famiglia e altri Orrori, 2012 (2012, Happy Family - letteralmente "Famiglia felice")
  • L'Insostenibile leggerezza della Mucca Innamorata, 2013 (2013, Muh - letteralmente il verso della mucca)
  • I ragazzi del ghetto, 2015 (2014, 28 Tage lang - letteralmente "Ventotto lunghi giorni") (Romanzo sull'olocausto e completamente distaccato dal genere degli altri 7 romanzi)
  • L'orribile Karma colpisce Ancora, 2016 (2015, Mieses Karma hoch 2 - letteralmente "Karma negativo elevato alla seconda")
  • Come Catturare il Principe Azzurro, titolo provvisorio 2017 (2016, Traumprinz - letteramente "Principe Azzurro")

Esiste anche un ebook (edito nel 2015, per ora, solo in lingua originale), collegato al romanzo L'orribile Karma della Formica, di cui rappresenta un capitolo extra, dal titolo Mieses Karma: Das verschollene Kapitel (L'orribile Karma della Formica - Il capitolo perduto) che racconta di come Kim si sia reincarnata anche in un pinguino. (Questa "scena" era presente nella prima stesura del libro, ma per problemi di lunghezza venne poi cancellata.)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Ha scritto la serie televisiva Lolle (titolo originale: Berlin, Berlin), con la quale si è aggiudicato il Premio Adolf Grimme nel 2003 e l'International Emmy Award per la migliore commedia nel 2004.

Trasportazioni cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

Dal libro L'orribile attesa del Giudizio Universale è tratto il film tedesco Jesus liebt mich del 2012, inedito in Italia.

Dal libro La mia Famiglia e altri Orrori è tratto il film d'animazione Happy Family del 2017[1]. Attualmente anche questo è inedito in Italia.

Controllo di autorità VIAF: (EN101607215 · LCCN: (ENno2007052292 · ISNI: (EN0000 0001 2031 6932 · GND: (DE132850508 · BNF: (FRcb15765761n (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie