Dai Nippon Butoku Kai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
(JA) 大日本武徳会
(Dai Nippon Butoku Kai)
Logo
 
DisciplineIcon black belt.png Arti marziali
Aikido pictogram.svg Aikido
Pixel fill.png Artiglieria
Pixel fill.png Bajutsu
Pixel fill.png Falce a catena
Pixel fill.png Iaido
Pixel fill.png Jodo
Pixel fill.png Jojutsu
Pixel fill.png Jujutsu
Pixel fill.png Jukendo
Karate icon.svg Karate
Kendo pictogram.svg Kendo
Pixel fill.png Kenjutsu
Pixel fill.png Kyudo
Pixel fill.png Naginata
Fondazione1895
Scioglimento1946
NazioneGiappone Giappone
SedeGiappone Kyoto
Il Butokuden, la sede della Dai Nippon Butoku Kai, nel 1899
Foto di gruppo 1906

La Dai Nippon Butoku Kai (大日本武徳会 lett. "Società delle Virtù Marziali del Grande Giappone"?) (DNBK) è stata un'organizzazione di arti marziali con sede a Kyoto, in Giappone, fondata il 17 aprile 1895 e scioltasi il 9 novembre 1946.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Dai Nippon Butoku Kai venne fondata il 7 aprile 1895 sotto l'autorità del Ministero dell'Educazione e sancita dall'Imperatore Meiji con lo scopo di standardizzare i sistemi e le discipline marziali in tutto il paese unificandone le diverse scuole[1]; fu la prima organizzazione ufficiale di arti marziali sancita dal governo. Al suo interno furono accentuate le virtù marziali dei guerrieri samurai e le loro storiche ed eccellenti abilità nelle discipline del combattimento in un'epoca in cui la contaminazione col mondo occidentale era vista come potenzialmente nociva per elementi essenziali per la cultura giapponese come il bushido e il bugei.

L'organizzazione venne sciolta il 9 novembre 1946 come conseguenza dell'ordine impartito, dopo la fine della seconda guerra mondiale, dal generale Douglas MacArthur che imponeva la soppressione di tutte le organizzazioni di carattere militare.

Una volta finito questo vincolo nei primi anni 50 del XX secolo, si formarono varie federazioni dedicate a particolari arti marziali – in particolar modo la All Japan Kendo Federation (全日本剣道連盟 Zen Nihon Kendō Renmei?)[2], la All Japan Judo Federation (全日本柔道連盟 Zen Nihon Jūdō Renmei?) e la All Nippon Kyudo Federation (全日本弓道連盟 Zen Nippon Kyūdō Renmei?) che nel 1956 si unirono a formare la Nihon-San-Dō-Kai (日本三道会?) che nel 1959, con l'ingresso della Japan Sumo Federation (日本相撲連盟 Nihon Sumō Renmei?), venne rinominata in Nihon-Shi-Dō-Kai (日本志道会?) – che, di fatto, proseguono tuttora l'attività della DNBK.

La nuova DNBK[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1953 venne costituita una Dai Nippon Butoku Kai del tutto nuova con la visione filosofica di preservare le virtù e tradizioni marziali classiche. Questa DNBK, per nulla legata all'originale se non nel nome, mira al recupero delle culture marziali classiche sostenendo la ricerca, l'istruzione, la promozione della pace e dell'armonia internazionale ed il progresso di una maggiore umanità attraverso l'educazione al budō[3].

Le discipline che sono ufficialmente praticate all'interno dalla nuova Dai Nippon Butoku Kai sono:

Oltre a quanto sopra vengono praticate "varie forme tradizionali" di Kobudō e Kobujutsu.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ All Japan Kendo Federation, Japanese-English Dictionary of Kendo, Tokyo, Japan, 1 February, 2000. P 46
  2. ^ la quale si occupa di Kendō (剣道?), Iaidō (居合道?) e Jōdō (杖道?)
  3. ^ Dai Nippon Butoku Kai | International Division, su www.dnbk.org. URL consultato il 16 dicembre 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136474497 · LCCN (ENnr90007715 · WorldCat Identities (ENlccn-nr90007715