Dai Nippon Butoku Kai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
大日本武徳会
Dai Nippon Butoku Kai
Logo
 
Fondazione1895
Scioglimento1946
NazioneGiappone Giappone
SedeGiappone Kyoto
foto di gruppo 1906

La Dai Nippon Butoku Kai (DNBK) (大日本武徳会 La più grande società giapponese di virtù marziali?) è un'organizzazione di arti marziali con sede a Kyoto, in Giappone, fondata il 17 aprile 1895 sotto l'autorità del Ministero dell'Educazione e sancita dall'Imperatore Meiji.

Il suo scopo originario[1] era quello di standardizzare i sistemi e le discipline marziali in tutto il paese e fu la prima organizzazione ufficiale di arti marziali sancita dal governo. Al suo interno furono accentuate le virtù marziali dei guerrieri samurai e le loro storiche ed eccellenti abilità nelle discipline del combattimento[2] in un'epoca in cui la contaminazione col mondo occidentale era vista come potenzialmente nociva per elementi essenziali per la cultura giapponese come il bushido e il bugei.

L'organizzazione si sciolse spontaneamente il 9 novembre 1946 in risposta all'ordine impartito, dopo la fine della seconda guerra mondiale, dal generale Douglas MacArthur che imponeva la soppressione di tutte le organizzazioni di carattere militare.

Il Dai Nippon Butoku Kai fu ristabilito nel 1953 con la nuova visione filosofica di preservare le virtù e tradizioni marziali classiche. Questo nuovo DNBK mira al recupero delle culture marziali classiche sostenendo la ricerca, l'istruzione, la promozione della pace e dell'armonia internazionale ed il progresso di una maggiore umanità attraverso l'educazione al budō[2].

Discipline marziali[modifica | modifica wikitesto]

Le discipline che sono ufficialmente riconosciute dalla Dai Nippon Butoku Kai sono le seguenti:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ All Japan Kendo Federation, Japanese-English Dictionary of Kendo, Tokyo, Japan, 1 February, 2000. P 46
  2. ^ a b Dai Nippon Butoku Kai | International Division, su www.dnbk.org. URL consultato l'11 novembre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136474497 · LCCN (ENnr90007715 · WorldCat Identities (ENlccn-nr90007715