DKW F10

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
DKW F10
Descrizione generale
Costruttore Germania  DKW
Tipo principale berlina
Produzione nel 1950
Esemplari prodotti 196[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4110 mm
Larghezza 1500 mm
Altezza 1450 mm
Passo 2600 mm
Massa da 830 a 870 kg
Altro
Assemblaggio Ingolstadt
Stile Carrozzeria Baur
Stessa famiglia DKW F8
IFA F8
Auto simili Volkswagen Maggiolino

La DKW F10 è un'autovettura di fascia medio-bassa costruita nel 1950 dalla Casa automobilistica tedesca DKW.

Storia e profilo[modifica | modifica wikitesto]

Genesi e debutto[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta del primo modello della DKW prodotto dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale: all'indomani della resa della Germania, i vertici di quel grosso conglomerato industriale che fu l'Auto Union fuggirono da Zwickau per rifugiarsi ad Ingolstadt, in Baviera. Qui si organizzarono per ricostituire la DKW (Audi, Horch e Wanderer non furono considerate) allo scopo di riprendere al più presto l'attività di costruttore automobilistico e motociclistico. Poiché le circostanze imposero la massima riduzione delle spese di progettazione e di sviluppo, si dovette pensare a qualche espediente per poter sfruttare quanto di già pronto si potesse avere a disposizione. Fu quindi stimato che al termine della guerra circa 60 000 vetture DKW furono sopravvissute, in gran parte abbandonate. Una parte di queste vetture abbandonate fu costituita da esemplari di F8 prodotti prima dell'avvento dell'Olocausto. Di queste, alcune centinaia furono danneggiate anche se funzionanti. La rediviva DKW, che nel frattempo aveva anche avviato il progetto relativo alla messa in produzione di un modello direttamente derivato dal prototipo F9, decise di avvalersi di un carrozziere esterno per montare nuove carrozzerie sugli esemplari abbandonati e danneggiati (ma ancora funzionanti) ritrovati fra le macerie di una Germania quasi completamente da ricostruire. In pratica, sarebbe stato introdotto un modello di transizione in attesa della vera novità DKW, rappresentata appunto dalla F89. Nel 1948 tale lavoro fu commissionato alla carrozzeria Baur di Stoccarda, con la quale la DKW, e più in generale l'Auto Union, ebbe rapporti di collaborazione già prima della guerra.

La produzione fu avviata nel gennaio del 1950: le carrozzerie furono realizzate dalla Baur, ma l'assemblaggio finale fu effettuato nel nuovo stabilimento DKW di Ingolstadt.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Per la F10, la cui sigla stette a sottolineare una sorta di continuità con il prototipo F9, la Baur realizzò due varianti di carrozzeria: berlina e cabriolet. Dal punto di vista stilistico, la F10 somigliò parecchio alla F8 d'anteguerra, tranne che nel frontale, i cui proiettori inglobati nella carrozzeria, lo rendevano più affine a quello del prototipo F9. Un'altra differenza con la vecchia F8 stava nella cornice dei finestrini, più arrotondata. In pratica, sono state utilizzate le portiere delle versioni cabriolet anche per le due versioni chiuse. Questo per economizzare ulteriormente sui costi di produzione. Nell'abitacolo, invece, fu adottato il cruscotto della vecchia Sonderklasse.

Anche meccanicamente, la F10 derivò in gran parte dalla F8: ritroviamo quindi anche in questo caso il bicilindrico a due tempi da 684 cm³ con potenza massima di 20 CV a 3600 giri/min (non fu invece riproposto il più piccolo motore da 589 cm³). A seconda della carrozzeria montata, la velocità massima oscillava tra gli 85 ed i 90 km/h. Anche qui non mancarono però delle differenze significative: l'impianto frenante abbandonò la soluzione Perrot-Bendix in favore di un sistema idraulico della Ate. Furono inoltre montati ammortizzatori idraulici telescopici, mentre alcuni elementi del telaio in acciaio derivarono direttamente dal furgoncino Schnellaster.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione della F10 si protrasse solo per sette mesi, dal gennaio all'agosto del 1950: durante tale periodo vennero assemblati 196 esemplari di questo modello, esemplari che per la maggior parte finirono in alcuni mercati esteri e solo una minima parte trovò acquirenti in Germania.

Scheda tecnica[modifica | modifica wikitesto]

DKW F10
Motore A due tempi con sistema di lavaggio Schnürle
Posizione Anteriore trasversale
Numero e disposizione dei cilindri Bicilindrico in linea
Cilindrata (cm³) 684
Alesaggio x corsa (mm) 76 x 76
Alimentazione Carburatore
Rapporto di compressione 5,9:1
Potenza massima (CV/giri/min) 20/3600
Coppia massima (Nm/giri/min) 50/1700
Frizione A bagno d'olio
Trazione Anteriore
Cambio Cambio manuale a 3 marce con dispositivo di ruota libera
Sospensioni ant. A ruote indipendenti con triangoli e balestra trasversale
Sospensioni post. Ad assale rigido con balestra (schema ad assale oscillante)
Impianto frenante A circuito idraulico con quattro tamburi da 230 mm di diametro
Pneumatici 5.60x16
Massa in ordine di marcia (kg) 830 (berlina), 870 (cabriolet)
Serbatoio 32
Velocità massima (km/h) 85 (berlina), 90 (cabriolet)
Periodo di produzione 01/1950-08/1950
Esemplari prodotti 196

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili