Corregimiento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Corregimiento è un termine spagnolo (in catalano corregiment) per indicare una suddivisione amministrativa, retto da un funzionario detto corregidor.

Corregimientos storici[modifica | modifica wikitesto]

Questo tipo di suddivisione amministrativa erano storicamente usati in:

Castiglia[modifica | modifica wikitesto]

Nella Vecchia Castiglia i corregimientos esistevano fin dal XIII secolo ed erano suddivisioni amministrative della Junta General de las Siete Merindades de Castilla Vieja.[1]. Dopo i Decreti di Nueva Planta il corregidor fu sostituito da un Intendente e questo termine rimase in uso fino al 1835, anno in cui venne riorganizzata la struttura amministrativa sotto il regno della regina Isabella II[2]

Aragona[modifica | modifica wikitesto]

Nei territori dell'Aragona, Catalogna e Comunità Valenzana[3], anticamente uniti nella Corona d'Aragona il corregimiento sostituì il precedente sistema amministrativo dopo i Decreti di Nueva Planta. Vennero temporaneamente soppressi durante la Guerra d'indipendenza spagnola sostituiti dal sistema di suddivisione in uso in Francia[4] e definitivamente eliminati con la riforma amministrativa spagnola nel 1833.

Corregimientos moderni[modifica | modifica wikitesto]

Colombia[modifica | modifica wikitesto]

I Corregimientos della Colombia sono una suddivisione amministrativa più piccola rispetto a quelli storici. Il termine è usato per quelle località che non raggiungono la popolazione per essere classificati come comuni nelle aree più inospitali del paese.

Panamà[modifica | modifica wikitesto]

I Corregimientos di Panamà sono suddivisioni amministrative dei Distretti di Panama, guidate da un Representante de Corregimiento, detto anche Corregidor.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rafael Sánchez Domingo, Las merindades de Castilla Vieja y su Junta General, La Olmeda, Burgos, 1994 ISBN 84-7009-411-4
  2. ^ Real Decreto de 23 de julio de 1835
  3. ^ Vicent Giménez Chornet, Compte i raó: la hisenda municipal de la ciutat de València en el segle XVIII, Universitat de València, 2002, ISBN 978-84-370-5399-8
  4. ^ Eliseo Serrano Martín, El Matarraña y la Historia Moderna. Portal Aragon.