Configurazione (informatica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In informatica per configurazione s'intende la modifica delle caratteristiche funzionali di un software (ad es. di programmi o di un sistema operativo) una volta installato sul computer, impostando opportuni parametri su propria preferenza.

Il concetto di configurazione si applica fortemente anche in ambito sistemistico al software presente su macchine hardware, ad esempio sui vari apparati di rete, server, firewall ecc. di un'infrastruttura di rete telematica, di cui rappresenta, assieme alla fase di installazione e monitoraggio, l'operazione tipica di gestione appannaggio[non chiaro] di uno o più amministratori di sistema e amministratori di rete.

In alcuni casi la configurazione è necessaria affinché il programma installato possa funzionare correttamente, in altri, se non precisato altrimenti dall'installatore, viene utilizzata una configurazione predefinita (o di default). Quando si configura un programma o un'applicazione in modo da allinearla ai desideri (spesso strettamente grafici) di un utente finale, si parla invece di personalizzazione.

Tipicamente i parametri di configurazione vengono salvati all'interno di specifici file di configurazione letti dal software in fase di avvio. Questi parametri sono spesso visibili nella relativa documentazione del software.

Maggiore è la possibilità di configurare soluzioni standard, minore è il ricorso a modifiche di sviluppo del software.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4138568-8
Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica