Coefficiente di rivalutazione dei redditi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il coefficiente di rivalutazione dei redditi,[1] detto anche coefficiente di rivalutazione, nell'ordinamento italiano, ovvero nel campo della previdenza sociale obbligatoria è utilizzato per la determinazione dell'importo annuo della pensione di vecchiaia con il metodo di calcolo retributivo.

Il coefficiente di rivalutazione dei redditi serve per rendere i redditi neutri rispetto all'inflazione, prima di eseguire la media matematica e determinare il reddito medio pensionabile.

I coefficienti di rivalutazione dei redditi sono fissati di anno in anno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ webmasterpoint, L'Istat ha comunicato i coefficienti che consentono di rivalutare le retribuzioni da considerare per la determinazione della base annua pensionabile nel regime retributivo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Leggi[modifica | modifica wikitesto]

News[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]