Codice Grolier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Codice Grolier
Codex Grolier, page 2.jpg
La seconda pagina del Codice Grolier
Epocaperiodo preispanico
Supportocarta ricavata dalle fibre del legno
Lingualingua maya
ProvenienzaChiapas
Dimensioni19 × 125 cm
Ubicazione attualeSeccion de Arqueologia del Museo Nacional de Antropologia di Città del Messico

Il Codice Grolier è un manoscritto in lingua maya, risalente al periodo preispanico.

È realizzato con carta ricavata dalle fibre del legno di Ficus cotonifolia ricoperta di calce e colorato. Ha una altezza di 19 cm circa ed una lunghezza complessiva di 125 cm. Attualmente è conservato presso la Seccion de Arqueologia del Museo Nacional de Antropologia di Città del Messico.

Il codice è stato ritrovato negli anni sessanta del Novecento da alcuni saccheggiatori in una grotta asciutta nello stato messicano di Chiapas. Fu acquistato nel 1965 da un collezionista messicano e venne esposto per la prima volta nel 1971 al Grolier Club di New York, da cui il codice prese il proprio nome.[1]

Inizialmente si pensava che questo manoscritto di sole undici pagine fosse un falso, poiché conteneva solo simboli numerici; ben presto si è potuto dimostrare che la carta risaliva al periodo postclassico medio (1100-1350) e che, come il codice di Dresda, conteneva un calendario di Venere, il che dissipò ogni dubbio sulla autenticità.[2]

Nel 2016 uno studio della Università Brown, condotto da Stephen Houston, ha confermato l'autenticità storica del libro, grazie anche alla prova di datazione al radiocarbonio (carbonio-14) effettuata sulla carta.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gillian Kiley, 13th century Maya codex, long shrouded in controversy, proves genuine, su news.brown.edu, 7 settembre 2016. URL consultato il 10 settembre 2016 (archiviato il 9 settembre 2016).
  2. ^ The Dresden Codex, su World Digital Library, 1200-1250. URL consultato il 21 agosto 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Conquista spagnola delle Americhe