Classe Kortenaer (fregata)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Kortenaer
L'unità capoclasse
L'unità capoclasse
Descrizione generale
Naval Jack of the Netherlands.svg Flag of Greece.svg Flag of the United Arab Emirates.svg
Tipo Fregata missilistica
Classe Kortenaer
Identificazione F 807-826
Ordinata 1974
Cantiere RSV
Wilton-Fijenoord
Caratteristiche generali
Dislocamento 3050
Stazza lorda 3786 tsl
Lunghezza 130,5 m
Larghezza 14,6 m
Pescaggio 4,3 m
Propulsione COGOG:
Velocità 32 nodi
Autonomia 4700 n.mi. a 16 nodi
Equipaggio 176
Equipaggiamento
Sensori di bordo radar:
  • LW-08 2D scoperta aerea/superficie a lungo raggio
  • WM25 controllo tiro
  • STIR controllo tiro
  • ZW-06 navigazione
sonar: SQS-505 a scafo
Sistema elaborazione dati SEWACO II
Sistemi difensivi EW:
  • 1 sistema ESM Sphinx o
    1 sistema ECM Ramses
  • 2 lanciatore Corvus
Armamento
Armamento artiglieria:

Missili:

siluri:

Mezzi aerei 2 elicotteri Lynx

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

Le fregate lanciamissili olandesi della Classe Kortenaer sono state realizzate pressoché simultaneamente alle Bremen tedesche, con cui sono state progettate in base ad un programma comune. Le esigenze sono state anche qui quelle di sostituire vecchi tipi di navi, i vecchi caccia Holland e Friesland, dodici navi da sostituire con altrettante unità.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

L’allestimento di massima è similare tra le due classi, con le Kortenaer che sono leggermente più larghe ma molto più pesanti.

La principale differenza è l’apparato motore, che nelle unità tedesche è del tipo CODOG, mentre sulle Kortaener è del tipo COGOG basato su turbine a gas inglesi RR, con due turbine per l'andatura di crociera e due turbine per l'andatura ad alta velocità.

Per il resto, le navi sono strutturalmente simili a quelle tedesche, con un ponte unico, scafo basso, lanciamissili antinave Harpoon dietro la plancia comando e davanti all’antenna di mezza nave, del tutto diversa da quella delle Bremen.

L’elettronica è diversa in alcuni aspetti, con i lanciatori inglesi Corvus, per chaff/flare/decoy, anziché americani come sulle Bremen, un sistema ESM sphinx diverso, sostituito da un sistema ECM Ramses nelle ultime unità. Per il resto, i due radar di controllo tiro WM25 e STIR sistemati anteriormente, un radar di scoperta aerea/superficie LW-08 a mezza nave, un sonar a scafo SQS-505 (di tipo diverso rispetto alle Bremen), due lanciasiluri binati e due elicotteri, sono sostanzialmente simili con quelli delle Bremen.

Un'altra importante differenza è quella che le navi olandesi hanno quasi subito installato un CIWS Goalkeeper, che con una gittata max di 3000m, proiettili da 400gr e cadenza di 4200c.min, è capace di superare la maggior parte dei CIWS di altri tipi (Phalanx, 3000c, min, 1500m, peso proiettile 100gr.) e trova sistemazione sopra l’hangar ed è dotato di un radar di scoperta ed un radar di tiro con 1500 colpi di pronto impiego.

Il CIWS ha migliorato nettamente le capacità di difesa contro missili antinave, con una copertura a 360° con armi antieree. Per il resto, il cannone da 76/62mm (85c.min su un raggio di 6–7 km) e un lanciamissili Sea Sparrow (24 armi da mach 2,5 e gittata di 15 o più km) sono sistemati a prua, come sulle navi tedesche.

Philips van Almonde F823.jpg
La fregata Philips van Almonde a Malaga
Abraham Crijnssen F816.jpg
La fregata Abraham Crijnssen venduta agli EAU

Le Kortenaer sono state ordinate in massa, di cui otto nel 1974 e altre quattro nel 1976. Durante la fase di costruzione due unità sono state vendute alla Marina greca, che ha finalmente ottenuto con tale acquisto le sue prime fregate missilistiche. Le due unità, che erano state impostate con i nomi Pieter Florisz (F-812) e Witte de With (F-813) vennero ribattezzate rispettivamente Elli (F450) e Limnos (F451) costituendo nella Marina Greca la Classe Elli e vennero allestite con delle modifiche nell'armamento rispetto alle gemelle olandesi, con un secondo cannone da 76/62mm a poppa sul cielo dell'hangar e il CIWS Phalanx in sostituzione del Goalkeeper.

L'Iran aveva ordinato otto Kortenaer, ma il contratto venne annullato in seguito alla Rivoluzione iraniana del 1979.

Le Jackob van Heemskerck[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Classe Jacob van Heemskerck (fregata).

Le due navi vendute alla Grecia sono state sostituite da due ulteriori navi, che però ebbero un allestimento antiaereo. Come sulle classi di fregate americane si è cercato di sfruttare le generose dimensioni dello scafo per ospitare un sistema d’arma antiaereo. Nacquero così le Jackob Van Heemskerck, che hanno numerose differenze, quali l'eliminazione dell’hangar e del cannone da 76/62mm e l'installazione del sistema missilistico antiaereo a lungo raggio SM-1MR, oltre a modifiche all'elettronica di bordo. Lo scafo e il dislocamento dei due tipi è praticamente identico, così come l'apparato motore.

Le due unità vennero impostate con i nomi e le matricole delle unità vendute alla Grecia, ma la prima durante la fase di costruzione venne ribattezzata Jacob van Heemskerk e così il nome Pieter Florisz venne assegnato ad un'altra unità in costruzione con il nome Willem van der Zaan.

Servizio[modifica | modifica sorgente]

Le Kortenaer sono state progressivamente sostituite dalle Fregate Multiruolo della classe Karel Doorman e dopo essere state dismesse otto unità sono state vendute alla Marina Greca dove hanno affiancato le due unità Elli (F450) e Limnos (F451) che la Grecia aveva acquistato all'inizio degli anni ottanta e due agli Emirati Arabi Uniti, dove dopo essere state ribattezzate Al Emirat e Dubai, sono state poi trasformate in yacht di lusso e ribattezzate Swift 141 and Swift 135[1].

Le unità antiaeree classe Jakob van Heemskerck sono state dismesse e vendute al Cile dove sono entrate in servizio tra il 2005 e il 2006.

Unità[modifica | modifica sorgente]

Nave Pennant Cantiere Impostazione Varo Entrata in servizio Disarmo Destino finale
Kortenaer F807 RSV Schelde 8 aprile 1975 18 dicembre 1976 26 ottobre 1978 1997 venduta alla Grecia Grecia e ribattezzata F462 Kountouriotes (Κουντουριώτης)
Callenburgh F808 RSV Schelde 2 settembre 1975 26 marzo 1977 26 luglio 1979 1993 venduta alla Grecia Grecia e ribattezzata F459 Adrias (Αδριάς)
Van Kinsbergen F809 RSV Schelde 2 settembre 1975 16 aprile 1977 24 aprile 1980 1995 venduta alla Grecia Grecia e ribattezzata F461 Navarinon (Ναυαρίνον)
Banckert F810 RSV Schelde 25 febbraio 1976 30 settembre 1978 29 ottobre 1980 1994 venduta alla Grecia Grecia e ribattezzata F460 Aegaeon (Αιγαίον)
Piet Hein F811 RSV Schelde 28 aprile 1977 3 giugno 1978 14 aprile 1981 1998 venduta agli Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti e ribattezzata Al Emirat
Abraham Crijnssen F816 RSV Schelde 25 ottobre 1978 16 maggio 1981 6 gennaio 1983 1997 venduta agli Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti e ribattezzata Abu Dhabi
Philips van Almonde F823 Wilton-Fijenoord 1 ottobre 1977 11 agosto 1979 2 dicembre 1981 2002 venduta alla Grecia Grecia e ribattezzata F465 Themistokles (Θεμιστοκλής)
Bloys van Treslong F824 Wilton-Fijenoord 5 maggio 1978 15 novembre 1980 25 novembre 1982 2003 venduta alla Grecia Grecia e ribattezzata F466 Nikiforos Fokas (Νικηφόρος Φωκάς)
Jan van Brakel F825 RSV Schelde 16 novembre 1979 16 maggio 1981 14 aprile 1983 2001 venduta alla Grecia Grecia e ribattezzata F464 Kanaris (Κανάρης)
Pieter Florisz (ex-Willem van der Zaan) F826 RSV Schelde 21 gennaio 1981 8 maggio 1982 11 ottobre 1983 2001 venduta alla Grecia Grecia e ribattezzata F463 Bouboulina (Μπουμπουλίνα)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Setting course for luxury, The National, 21 novembre 2008. URL consultato il 28 novembre 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Robert Gardiner, Stephen Chumbley; Przemysław Budzbon, Conway's All the World's Fighting Ships 1947-1995, Naval Institute Press, Annapolis, 1996. ISBN 10 1557501327.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina