Cintura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il grado nelle arti marziali, vedi Kyū.
cinture in cuoio
Disegno di una cintura.

Una cintura o cinghia o cinta è una striscia flessibile generalmente di pelle, tessuto o fibre intrecciate che si porta attorno alla vita. La cintura ha funzione di supporto per capi di abbigliamento come pantaloni e gonne, di oggetti (spada, borsa) o decorativa[1][2].

Il suo nome deriva dal termine latino cingulum, che indicava la cintura civile, quella militare era detta balteus[3]. Se molto alta prende il nome di cinturone[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le sue origini sono da far risalire alla preistoria: sono stati trovati resti di cinture metalliche dell'età del bronzo. Nell'antichità serviva per distinguere il grado militare, religioso o civile. Una precisazione stilistica e, nei tempi precedenti, pratica: nell'uomo, una volta allacciata la cintura la "lingua" oltre la fibbia, deve terminare sul fianco destro mentre nella donna sul fianco sinistro: questo perché nell'uomo, fin dall'antichità i vari tipi di cinture non dovevano dare "fastidio" all'estrazione della spada (portata sul fianco sinistro ed estratta con la mano destra) per cui la parte terminale andava sul fianco destro onde evitare intralci[5].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il modello più comune ha fibbia ad una estremità e dei fori all'altra, infilando l'ardiglione della fibbia nei fori si ottiene la chiusura. Il vario numero dei fori, regolarmente distanziati, permette di regolarne la larghezza, per adattarla alla circonferenza della vita. Può essere dotata di qualsiasi altro tipo di chiusura o semplicemente annodata.

Cinture con funzione puramente decorativa vengono portate al di sopra dei vestiti, soprattutto nella moda femminile[6].

Nelle arti marziali[modifica | modifica wikitesto]

Fra i lottatori di Karate e Jūdō è una striscia di tessuto chiamata obi, il colore della cintura indica l'esperienza del lottatore; (bianca, gialla, arancione, verde, blu, marrone e nera)[7].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cintura in Vocabolario - Treccani, su treccani.it. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  2. ^ cintura - Dizionario italiano-inglese WordReference, su wordreference.com. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  3. ^ L.Bonacina, L'Esercito di Roma del I secolo, 2009.
  4. ^ Cingulum: definizioni, etimologia e citazioni nel Vocabolario Treccani, su treccani.it. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  5. ^ RM, Storia della cintura | origini | cinghia | cintura da donna, su Artigiano in Fiera Magazine, 11 novembre 2016. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  6. ^ (EN) Antonio, A Man's Guide to Belts, su The Art of Manliness, 14 febbraio 2018. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  7. ^ di, Cos'è un Obi? - Spiegato, su spiegato.com, 17 giugno 2021. URL consultato il 15 febbraio 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 41317 · LCCN (ENsh85013086 · GND (DE4158508-2 · J9U (ENHE987007283276305171
  Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda